Gare

Fabio Allasina, strapazza tutti nel gigante 2 di Santa Caterina

Fabio Allasina, strapazza tutti nel gigante 2 di Santa Caterina.
Una grandissima performance da parte del 17enne piemontese Fabio Allasina che ottiene una vittoria netta nel secondo gigante NJR di Santa Caterina.

Miglior tempo sia nella prima che nella seconda manche, e un talento naturale che sta iniziando a emergere in momento davvero importante per la carriera del giovane atleta.

Il 17enne dello Ski College Limone, già campione italiano Aspiranti della specialità, titolo conseguito a Pila quando riuscì a precedere Edo Saracco, si è lasciato dietro ancora i francesi. Già battuti ieri da Pietro Giovanni Motterlini, Leo Coppel e Antoine Azzolin sono saliti sul podio, ma a parte invertite nella gara di 24 ore prima.

Appena giù dal podio, per due soli centesimi il leader di ieri, atleta del Comitato Alpi Centrali. Motterlini era secondo a metà gara ma nella seconda è stato un poco meno incisivo e ha dovuto lasciare il passo ai transalpini.

Bravo anche Goffredo Mammarella, sesto alle spalle dell’austriaco Markus Schiestl, con un gap di +1″68, 21 centesimi meglio di Andrea Bertoldini. Completano la top ten Diego Bucciardini ((+2″29), Marco Luigi Surini (+2″44) e Jacques Belfrond (+2″51) Fabio Allasina strapazza tutti

CLASSIFICA GIGANTE 2  NJR – SANTA CATERINA

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.