Federica Brignone spiega quell'errore sul muro
Gare

Federica Brignone e “Quell’errore sul muro…”

Poteva andar meglio, poteva andar peggio, ma quell’errore sul muro…“. Inizia così il commento di Federica Brignone, quinta nel primo slalom gigante di stagione e non propriamente felice. “Ci ho provato ma di nuovo non sono riuscita a dare tutto. Qull’imperfezione all’attacco muro mi ha un po’ frenata. Peccato perché sia Alice che Mikaela non hanno fatto una manche strepitosa, perché Tessa Worley si è avvicinata tantissimo. Avrei dovuto sciare come la francese e la mia posizione sarebbe decisamente cambiata. Mi dispiace perché è un’occasione persa. Non posso dire di essere delusa da me perché comunque rimane una buona gara”. Federica Brignone quell’errore Federica Brignone quell’errore

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.