Gare

Federica Brignone: “Se vado male e arrivo quinta…”

In una delle poche gare dove non c’è l’Azzurro sul podio della Coppa del Mondo femminile, Federica Brignone dice: “Se vado male e arrivo quinta…“.
In attesa di avere notizie rassicuranti dall’ospedale di Garmisch dove Sofia Goggia si sta sottoponendo a una radiografia al braccio sinistra, ecco Fede e Marta.

Brignone:Oggi non sono riuscita a tirare fuori il mio massimo, non mi sono sentita bene sui miei sci. Non ho avuto abbastanza confidenza. Era molto strano il terreno, pieno di placche e io non mi sono adattata abbastanza bene.

Però se non vado bene e arrivo quinta non è poi così male. Con un secondo e un quinto posto vado al prossimo week-end soddisfatta. Spero non ci sia nulla di grave per Sofia, perché lei e Rebensburg hanno fatto due brutte cadute. Mi auguro proprio che siano a posto entrambe“.

Bassino:Nel complesso della mia manche sono soddisfatta, però non mi sono divertita perché la pista era veramente al limite e quando è così senti gli sci che ti prendono sulle lastre e sbattono e cominci a non fidarti tanto. Mi auguro che le prossime gare siano più belle“.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.