Gare

Fis Master Cup a Pila, il giorno della velocità

Fis Master Cup a Pila, il giorno della velocità.
In una giornata bellissima, come la neve, con un fondo molto compatto, oggi velocisti in azione, è la volta del Superg.

Non ci sono state cadute e pochissime le uscite. Quindi la gara si è svolta in assoluta sicurezza ed ha messo in evidenza gli specialisti, perché veloce e ben tracciata.

L’alto numero di iscritti, oggi 196, è la conferma del gradimento che località ed organizzazione riscuotono.

Da evidenziare anche l’ottima gestione di tutte le problematiche legate alla gara e le normative Covid. Sapevamo dell’amore per la velocità di Alessandra Pietroni e oggi ce lo ha confermato con il terzo tempo dell’assoluta femminile.

È preceduta solo dalla spagnola Lluent Judith e dalla svizzera Manuela Chiesa.

Alessandra Pietroni

Molto brava anche Roberta Persico con il quarto tempo di gruppo. Nelle prime 10 anche Roberta Gamba (7°), Ilaria Ferrando (8°) e Marina Capretta (9°).

Dopo l’esame dell’assoluta ecco il risultato più significativo nel mondo master, le classifiche di Categoria, dove iniziamo dalla C11 e dalla C10 con le nostre Anna Fabretto e Marcella Castellano al primo posto.

Roberta Persico

Abbiamo poi la C8 nella quale vince la francese Sophie Lerat davanti a Margherita Sabadin, un altro bel risultato per l’atleta dello sci club 18 di Cortina.

Incidente di percorso per la nostra Helga Runggaldier che ne pregiudica il risultato, però è brava a rientrare e terminare la gara.

Ci consoliamo nella categoria C6 con 5 italiane ai primi 5 posti.

È Roberta Persico a salire sul gradino più alto del podio, davanti a Marina Capretta e Daniela Vettorato anche loro a medaglia. Abbiamo anche il quarto tempo di Benedetta Vittori Venenti ed il quinto di Giuliana Ballabio.

Margherita Sabadin

Nella C5 vinta dalla spagnola autrice del miglior tempo, al secondo posto naturalmente c’è Alessandra Pietroni. Seguono al quarto Roberta Gamba, al quinto Ilaria Ferrando ed al sesto Silvia Morselli.

Con 73 classificati e 3 squalificati il Gruppo B si conferma quello più partecipato. Francia, Austria e Norvegia ai primi 3 posti ,ma l’Italia con Lorenzo Ferrari ha il 4°, poi Hermann Oberlechner il 6°, Corrado Canonico il 7°, Enrico Voyat l’8° e Guido Lami il 10°. Tutto sommato è un buon risultato.

Migliore appare l’esame di Gruppo visto nella classifica di categoria, dove abbiamo l’inevitabile vittoria del super Alberto Corsi nella B12. Poi il tris italiano nella B11, con Claudio Giovanardi vincitore, Bruno Pachner secondo e Alfredo Puca terzo.

Claudio Giovanardi

Nella B10 è Lino Stefanini l’unico italiano premiato, secondo così come nella B9 lo è Curzio Castelli nella B9 con Fulvio Di Loreto che lo segue al terzo posto.

Altra categoria, oltre la B11, nella quale domina l’Italia è la B8 dove vince Hermann Oberlechner, con Enrico Voyat al secondo posto, non male se considerato che i classificati sono 20.

Nessun italiano sul podio della categoria più giovane del B, la B7 dove abbiamo Lorenzo Ferrari al quarto, Corrado Canonico al sesto, Guido Lami all’8° e Renzo Del Tredici al 9°, per citare i primi 10.

Corrado Canonico

Passiamo ai più giovani del Gruppo A, dove anche se non conquistiamo l’assoluta di gruppo possiamo mettere l’Italia al vertice. Con una super prestazione fa il miglior tempo il francese Pierre Stiemsbert, ma il nostro Jean Paul Voyat è secondo e Piero Formenti terzo.

E non basta perché nei 10 ci sono anche Antonio Moscardi (5°), Alberto Menotti (7°) e Stefano Roma (9°), veramente una grande prestazione di squadra.

Vediamo le singole categorie, nell’A6 abbiamo il 3° ed il 4° posto con Luca Conti e Massimo Treccani e poi solo Mauro Lapucci con il 7° tempo riesce ad entrare nei primi 10.

Molto meglio la A5, dove vince il nostro Piero Formenti, seguito da Antonio Moscardi al secondo posto, da Alberto Menotti al 4°, Stefano Roma al 5°.

Jean Paul Voyat

L’A4 è nettamente vinta dal nostro Jean Paul Voyat, atleta di casa con Andrea Acquaroni al 5° posto. Chiudiamo questa bella panoramica con la vittoria nella categoria A2 di Ferigo Massimiliano che completa nel migliore dei modi una bella giornata di gara. Fis Master Cup Pila

OGGI l’ultimo impegno sarà uno slalom gigante e, poi, festeggeremo il Natale.


LE CLASSIFICHE

MASTER A                   MASTER B                   MASTER D


La giornata del Gigante           La giornata dello Slalom

Tags

About the author

Enrico Ravaschio

Genovese doc, classe ’52. E’ responsabile della Commissione Master Fisi, presieduta da Carmelo Ghilardi. Prima ancora è un atleta (con ottimi risultati) degli Over 30 e per la Federazione si occupa principalmente di redigere i calendari e assecondare gli uffici tecnici per la stesura dei regolamenti e dei punti gara. Ovviamente su Sciare è titolare della rubrica “Circo Master” da diversi inverni.