Gare

Flavio Roda su Cortina: si va verso la cancellazione

Flavio Roda su Cortina: si va verso la cancellazione. Si è appena concluso il Consiglio di emergenza della FIS, che si è occupato delle Finali di Coppa del mondo di Cortina d’Ampezzo.

La proposta della Federazione Italiana Sport Invernali – che vedeva il supporto del Ministero dello Sport, del Coni, della Regione Veneto e del Comune di Cortina – di tenere l’evento a porte chiuse, come autorizzato nel Dcpm del 4 marzo, ha ricevuto tutti voti contrari ad eccezione di quello dell’Italia.

È stato quindi richiesto alla Federazione di formalizzare la cancellazione dell’evento. La FISI dovrà comunicare alla FIS entro le 24 di oggi la rinuncia formale.

“E’ con grande rammarico che ho preso atto di questa decisione – ha detto il Presidente FISI, Flavio Roda -. Ma ogni membro del Consiglio ha motivato la propria decisione di cancellare le Finali con le limitazioni che i rispettivi governi hanno loro imposto in relazione all’epidemia di coronavirus.

Tutto ciò si è però concretizzato in una grave penalizzazione per il mondo dello sport. Che avrà pesanti ricadute economiche sia per la Federazione che per la Fondazione Cortina 2021, che è l’organizzatore dei prossimi Mondiali e sarebbe dovuto essere anche l’organizzatore delle Finali”.

È una decisione che penalizzerà però tutto l’indotto della montagna italiana. In tutte le varie realtà imprenditoriali e associative, che grazie a queste Finali e ai prossimi Mondiali hanno deciso di supportare il movimento degli sport invernali con investimenti importanti e coraggiosi”.

Insomma, il testo del comunicato non lascia dubbi sulla comunicazione ufficiale che la Fis diramerà domani mattina alle 9. Le finali di Cortina non ci saranno. La Coppa del Mondo femminile finirà ad Aare. Quella maschile a Kranjska Gora

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.