Gare

Gigante a Beaver, provaci ancora Luca!

Alle 17.45 scatta il secondo slalom gigante della stagione sulle nevi fredde di Beaver Creek e l’invito è uno solo: provaci ancora Luca! De Aliprandini naturalmente. Con il pettorale numero 15 sarà il primo Azzurro a partire, seguito da Manni Moelgg con il 21 e Riccardo Tonetti con il 23. In lista di partenza anche Dominik Paris, pettorale 34, ancora ringhioso dopo il superG e la discesa dei giorni scorsi andati non come avrebbe desiderato.

La presenza di Domme è interessante non tanto ai fini del podio, per lui (per il momento) irraggiungibile in questa specialità. In vertà, però, della classifica generale, una buona prestazione potrebbe regalargli qualche chance per la Coppa grande finale.

Difficile ma non impossibile. Intanto godiamoci la gara tra le porte larghe, secondo appuntamento dopo l’opening di Sölden che ha visto la vittoria di Alexis Pinturault davanti al connazionale Faivre e allo sloveno Kranjec.
Noi partiamo dall’ottima prestazione di Luca De Aliprandini nella seconda manche, quando ha saputo recuperare ben 9 posizioni, dopo la prima manche, concludendo all’ottavo posto.

Ma non è tanto la posizione in classifica che può farci sorridere, quanto il modo con cui ha sciato l’Azzurro. Non lo si vedeva così da tempo e questo è il miglior segnale. Poi ci sono anche gli altri ma non possiamo attenderci chissà che. Manni sembra più votato allo slalom e Tonetti non ha brillato in questo inizio di stagione.

Simon Maurberger è chiamato a un esame di maturità. È giovane e forte e oggi ha l’occasione per dirci se sta crescendo. Avrà il 45, due numeri dopo Andrea Ballerin.

In partenza anche Hannes Zingerle con il 48 e Giulio Bosca con il 51.
La prima manche alle 17:45, la seconda alle 20:45

QUI L’ORDINE DI PARTENZA

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.