Gare

GS Garmisch, comanda Meillard ma sono tutti lì

L’elvetico Loic Meillard si trova al comando della prima manche del GS accorciato di Garmisch, ma la gara rimane apertissima perché sono tutti lì. Henrik Kristoffersen è secondo a 8 centesimi, Nestvold-Haugan terzo a +0,13 e Alexis Pinturault quarto a +0,18 e Zan Kranjec quinto a +0,22. E non che gli altri siano così distanti, con altri sei atleti sotto al secondo. Tra loro, attenzione, perché c’è anche Aleksander Aamodt Kilde, ottavo a +0,57. Il norvegese inizia a sentire l’acquolina in bocca della Sfera di Cristallo. Andando di questo passo diventa il candidato numero uno.

Gli Azzurri non hanno azzannato la pista. Luca De Aliprandini è 14esimo a +1″08. Ha centrato involontariamente il telo di una porta e ha perso una vita quando era sulla linea dei migliori. Poi quel terreno così artificioso e scivoloso non si addice molto al suo modo di infiammare le lamine, però non è ancora spacciato. Ha sciato bene, ma quanto lo hanno fatto!
Riccardo Tonetti gli è poco dietro ma col pettorale che indossava, il 27, è stato più bravo a concludere a +1″40 al 18esimo posto. Allo stesso modo bravo anche Giovanni Borsotti che è ventesimo a +1″50 col 34. E che dire di Daniele Sorio che centra la sua prima qualifica al debutto. Incredibile 28esima piazza, appena davanti a Simon Maurberger che è 30esimo, quindi partirà per primo nella seconda. Ottima chance!

Ancora una manche anonima per gli austriaci. Il migliore è Manuel Feller alle spalle del nostro Luca.
Dopo il pettorale 20 im possibile fare il tempo perché la neve non ha più offerto alcun grip

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.