Gare

GS HINTERSTODER 2: Pintu e a capo

In Coppa del Mondo ci sono momenti in cui alcuni atleti vengono avvolti da una specie di mantello magico e quando tagliano il traguardo  non li sposti più dal leader corner. Questo è il turno del francese Alexis Pinturault: su un tracciato reso faticoso da un disegno eccessivamente Hinterstoder2_Pintu2angolato laddove si doveva premiare la velocità, soprattutot nel piano della parte centrale, il francese, come venerdì, è stato il migliore nella prima manche, colto da uno stato di grazia che lo rende invincibile. Alle sua spalle, forti e compatti, i top leader di specialità: +47  Neureuther, +55  Kristoffersen, +56  Hirscher, +77  Luitz, +82 Fanara. Poteva esserci anche Roberto Nani, ma il livignasco è arrivato sul dosso col Hinterstoder_Nani-VoloHinterstoder2_Nani_da_dietrosedere sulle code ed è decollato senza passare dal check-in. Lo stato influenzale che lo ha colpito in questi giorni non lo ha favorito. Anche Manfred Moelgg stava andando come una spia, addirittura davanti a tutti nei primi 13 secondi, ma poi è scivolato via nel tentativo di rimanere incollato alla linea ideale. Peccato. Florian Eisath ha messo qualche granello di polvere di stanchezza nella sua azione e dinnanzi a un tracciato così faticoso ha pagato un ritardo di quasi 2 secondi, finendo in 12esima piazza. Poco più in giù, in quindicesima piazza, un Riccardo Tonetti (+2″22) che convince sempre di più. Max Blardone ha centrato l’obiettivo di qualificarsi per poter partire nella seconda tra i primi e giocarsi tutto come a Naeba, anche se il ritardo di 2″43 sembra proprio incolmabile. Non ha ribadito la sua seconda manche di venerdì scorso Luca De Aliprandini. Con un ritardo di 2″69  lo attendiamo al secondo tempo a una prestazione maiuscola, sempre che non svolazzi con le braccia perché non fanno altro che accentuare le imperfezioni e sempre che 9 giovani pimpanti si mettano davanti a lui . Col 33 ha preso il via anche Dominik Paris (+3″88, fuori dai 30) che non è certo gigantista ma parte avanti per aver suprato i 500 punti in classifica generale. E’ stato preferito ad Alex Zingerle, provocando qualche polemica interna.

Ranking

RANK BIB NAME NAT TIME DIFF
1 3 PINTURAULT Alexis

FRA

1:20.56
2 6 NEUREUTHER Felix

GER

1:21.03 +0.47
3 4 KRISTOFFERSEN Henrik

NOR

1:21.11 +0.55
4 7 HIRSCHER Marcel

AUT

1:21.12 +0.56
5 8 LUITZ Stefan

GER

1:21.33 +0.77
6 5 FANARA Thomas

FRA

1:21.38 +0.82
7 1 MUFFAT-JEANDET Victor

FRA

1:21.89 +1.33
8 14 FAIVRE Mathieu

FRA

1:22.07 +1.51
9 13 SCHOERGHOFER Philipp

AUT

1:22.38 +1.82
10 15 DOPFER Fritz

GER

1:22.45 +1.89
11 11 JITLOFF Tim

USA

1:22.46 +1.90
12 12 EISATH Florian

ITA

1:22.48 +1.92
13 10 SANDELL Marcus

FIN

1:22.50 +1.94
14 16 JANKA Carlo

SUI

1:22.61 +2.05
15 25 TONETTI Riccardo

ITA

1:22.78 +2.22
16 18 CAVIEZEL Gino

SUI

1:22.96 +2.40
17 19 MYHRER Andre

SWE

1:22.97 +2.41
18 22 BLARDONE Massimiliano

ITA

1:22.99 +2.43
19 27 LEITINGER Roland

AUT

1:23.12 +2.56
20 9 HAUGEN Leif Kristian

NOR

1:23.17 +2.61
21 24 DE ALIPRANDINI Luca

ITA

1:23.25 +2.69
21 23 ZUBCIC Filip

CRO

1:23.25 +2.69
23 29 KRANJEC Zan

SLO

1:23.57 +3.01
24 17 JANSRUD Kjetil

NOR

1:23.65 +3.09
25 35 MEILLARD Loic

SUI

1:23.66 +3.10
26 30 MISSILLIER Steve

FRA

1:23.76 +3.20
27 37 ZAMPA Adam

SVK

1:23.79 +3.23
27 26 FELLER Manuel

AUT

1:23.79 +3.23
29 32 KILDE Aleksander Aamodt

NOR

1:23.94 +3.38
30 57 HIRSCHBUEHL Christian

AUT

1:24.03 +3.47
31 43 ANDRIENKO Aleksander

RUS

1:24.30 +3.74
32 41 TORSTI Samu

FIN

1:24.35 +3.79
33 33 PARIS Dominik

ITA

1:24.44 +3.88
34 20 MURISIER Justin

SUI

1:24.50 +3.94
35 31 KRIECHMAYR Vincent

AUT

1:24.61 +4.05
36 46 STAUBITZER Benedikt

GER

1:24.68 +4.12
36 38 RUBIE Brennan

USA

1:24.68 +4.12
38 39 WERRY Tyler

CAN

1:24.70 +4.14
39 53 KRYZL Krystof

CZE

1:24.78 +4.22
40 42 RICHARD Cyprien

FRA

1:24.82 +4.26
41 52 NETELAND Bjoernar

NOR

1:24.83 +4.27
42 49 BRENNSTEINER Stefan

AUT

1:25.12 +4.56
43 48 MAURBERGER Simon

ITA

1:25.17 +4.61
44 40 SCHWAIGER Dominik

GER

1:25.18 +4.62
45 47 CHRISTIANSON Kieffer

USA

1:25.21 +4.65
46 36 COCHRAN-SIEGLE Ryan

USA

1:25.57 +5.01
47 44 ZURBRIGGEN Elia

SUI

1:25.61 +5.05
48 59 DUPRATT Samuel

USA

1:25.78 +5.22
49 54 PHILP Trevor

CAN

1:25.86 +5.30
50 50 PIRINEN Eemeli

FIN

1:26.35 +5.79
51 51 PATRICKSSON Axel William

NOR

1:26.64 +6.08
62 CHODOUNSKY David

USA

Started
45 TUMLER Thomas

SUI

DNS
61 SCHWARZ Marco

AUT

DNF
60 ROENNGREN Mattias

SWE

DNF
58 PLEISCH Manuel

SUI

DNF
56 MEGARRY Morgan

CAN

DNF
55 BROWN Phil

CAN

DNF
34 FORD Tommy

USA

DNF
28 NOESIG Christoph

AUT

DNF
21 MOELGG Manfred

ITA

DNF
2 NANI Roberto

ITA

DNF

 

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment