Gare

GS Kranjska, la magia tecnica di Bertani e Pirovano

Che grandi le giovani Azzurre che avanzano, anche nel GS di Kranjska Gora, oltre alle big, si qualificano Luisa Matilde Maria Bertani e Laura Pirovano grazie una vera magia tecnica.

Ormai ci siamo abituati ma è sempre un emozione quando le nostre giovani leve, con pettorali altissimi, riesco a centrare la qualifica.

Luisa ha portato a termine davvero una grande manche, sopratutto nella parte centrale dove ha fatto i tempi delle migliori, per poi superare il traguardo in 22esima posizione con un ritardo di 2″01.

Un gap da attribuire in parte anche al terreno che, seppur preparati benissimo, qualche segno ha messo in evidenza. Si tratta della sua prima qualifica in Coppa del Mondo che la milanese ha festeggiato al traguardo con una scarica di adrenalina incontenibile.

Si tratta della sua ottava convocazione in Coppa dove aveva ottenuto come migliore performance un 48esimo posto nella prima manche, a gennaio 2019 a Kronplatz. Poi sempre oltre la cinquantesima. E a dire il vero non è che quest’anno in Coppa Europa abbia fatto sfracelli. Un decimo posto ad Andalo lo scorso dicembre.

È dentro anche Laura Pirovano, pettorale 50, 26esima a +2″14, grazie a un’ultima parte dove ha saputo resistere nel mantenimento delle linee.

Non ce l’hanno fatta invece le altre. Karoline Pichler è nera per aver mancato l’obiettivo per poco, mezzo secondo. La debuttante Francesca fanti si è invecde arresa sul salto che ha tradito diverse atlete.

Si è fatta sorprendere dopo un discreto inzio. È arrivata sul dente un po’ in ritardo e si è trovata con gli sci in aria con la porta che si avvicinava sempre di più. È uscita anche Roberta Midali.

Quindi appuntamento alle ore tredici. ne abbiamo quattro! Con Federica Brignone e Marta Bassino pronte, come sempre, a portare il tricolore sul podio.

Gs Kranjska la magia

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.