Gare

La fassana Sofia Vadagnini vince il titolo di superg agli Aspiranti

La fassana Sofia Vadagnini vince il titolo di superg agli Aspiranti.
Aveva sfiorato la medaglia in discesa col quarto posto, ma il sorriso le è tornato dopo due giorni con la vittoria nel superG di oggi. Siamo a Pila, con l’organizzazione dello Sci Club Aosta per i campionati Italiani Aspiranti.

E al termine del superG Sofia Vadagnini, sci club Fassa, sale sul gradino più alto del podio, laureandosi campionessa italiana di categoria.  Anche oggi i distacchi sono ridottissimi. Al secondo posto un altro colpaccio di Carlotta De Leonardis, del Sestola che ha concluso a soli 8 centesimi.

Difficile scoprire dove l’atleta che frequenta lo ski College Fassa possa avere guadagnato quei centimetri che le hanno consentito di raggiungere questo splendido risultato. Mancato, ripetiamo, nella discesa per soli 35 centesimi.

Di sicuro, la nativa di Pozza di Fassa sta beneficiando dell’esperienza di Elena Valt che la allena da diversi anni. Non fa parte del Comitato trentino ma milita nella squadra Elite dello Ski Team Fassa e la sua palestra preferita non poteva che essere la mitica pista Aloch.

Per Carlotta Si tratta della sua terza medaglia in questa kermesse italiana: bronzo in gigante, oro nel parallelo. Giustamente mancava l’argento. Ma non è ancora finita perché più tardi ci sarà la manche di slalom per costruire la classifica della combinata.

Medaglia di bronzo per Melissa Astegiano, 17enne dell’Equipe Limone, vicinissima anche lei alla vittoria che rimane a 11 centesimi. Un premio meritatissimo se non altro per coronare una stagione dove la piemontese si è tolat parecchie soddisfazioni, specie nel GPI. Insomma, la classica ciliegina sulla torta. Un po’ di amaro in bocca invece, per Beatrice Sola, oro ieri in gigante, per un quarto posto a 42/100 dalla leader di classifica.

LA CLASSIFICA

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.