Gare

Last news live da Sankt Moritz

Last news live da Sankt Moritz dalla nostra inviata Maria Rosa Quario – Una pista assolutamente fantastica attende le atlete nel superG di Sankt Moritz. Il tracciato è stato preparato alla perfezione, pulito e con terreno giustamente duro. Attualmente non c’è vento. Alle 10:30, orario della partenza, aumenterà sicuramente la luce e questo sarà un bene per le atlete, poiché il cielo è coperto e la visibilità è piatta.

Sulla pista Engiadina, con partenza a 2.590 metri e un traguardo a 2.040, con un dislivello di 550 metri e una lunghezza di 1.50 metri, il tracciatore americano Chip White ha posizionato 38 porte. All’inizio le atlete viaggeranno a tutta perché gira poco. Poi 4/5 curve abbastanza complicate perché poste sulla parte più ripida. In generale sembra un percorso molto veloce.

Prima a partire Ilka Stuhec che a Lake Louise sembrava andasse forte prima di commettere un errore, per lei, molto banale. Con il 4 Francesca Marsaglia, poi Federica Brignone con il 9. Fede, ricordiamo, di superG ne ha vinti due in carriera e altre due volte è finita sul podio con il terzo migilior tempo.

Esattamente gli stessi risultati ottenuti da Sofia Goggia che però conta anche tre secondi posti. Partirà con il 16, due pettorali prima di Nicol Delago.

Per noi in pista anche Elena Curtoni 22, Marta Bassino 26, Nadia Delago 47 e Laura Pirovano con il 53. Quindi 8 Azzurre su 54 partenti.

Ricordando il passato, l’ultimo superG di Coppa del Mondo disputato a St. Moritz fu vinto, l’anno scorso da una straordinaria Mikaela Shiffrin davatnti a Gut e Weirather. Non fu una bella giornata per le Azzurre. Molte meglio l’anno prima, quando vinse l’elvetica Jasmine Flury davanti alla connazionale Michelle Gisin e Tina Weirather, terza proprio davanti a Federica Brignone. Purtroppo Sofia Goggia uscì dal tracciato.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.