Gare

Luca De Aliprandini: “Ripartiamo da qui per crescere. E per Cortina!”

Luca De Aliprandini: “Ripartiamo da qui per crescere. E per Cortina!”
Un Luca De Aliprandini nel dopo  gara sicuramente diverso rispetto a quello sentito tra le due manche. Quando al microfono di Ettore Giovannelli (Rai), aveva detto senza peli sulla lingua: “C’è chi mi viole bene e mi sprona a fare sempre meglio ma ci sono anche tantissimi che mi criticano spesso con parole davvero dure, che sanno di insulto. Perché non vengono qui loro invece di stare a casa comodi col computer davanti?“.

Uno sfogo più che una dichiarazione per un atleta che può aver anche sbagliato tante gare ma che mai una volta ha tirato i remi in barca. O dimostrato di vivacchiare.

Dà sempre il massimo forte di una grinta e voglia di fare che in pochi hanno. Purtroppo commette spesso quell’errore che quando capita è grave e il cronometro diventa implacabile. Oggi, nella seconda è andato tutto o quasi molto bene.

La seconda manche mi ha soddisfatto – ha detto De Aliprandini -. Ho provato a spingere maggiormente, stava diventando più buio. Adesso abbiamo più di un mese per preparare il gigante dei Mondiali di Cortina c’è abbastanza tempo per arrivare al momento decisivo della stagione con la condizione giusta. Sono contento anche per Borsotti e Tonetti, che stanno crescendo. Dobbiamo ripartire da qui per crescere, mettere insieme risultati solidi“.

Nei quindici è finito anche un convincente Giovanni Borsotti, quattordicesimo con due manches solide. “Mi accontento di questo piazzamento, piano piano sto ritrovando un po’ di solidità – ha detto il piemontese -. I migliori hanno dimostrato di avere un altro passo, con queste condizioni era difficile per noi ma dobbiamo insistere“.

Riccardo Tonetti si è piazzato sedicesimo, con un piccolo recupero nella seconda manche. “Oggi ho sciato forse un po’ meno bene di ieri, porto a casa un risultato che ci voleva dopo la delusione di venerdì. Adesso pensiamo alle prossime gare, farò un po’ di slalom nelle prossime settimane“. Luca de aliprandini ripartiamo

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.