Gare

Marta & Fede, il duello è andato avanti…

Tutti hanno visto quello che è successo in pista, ma pochi sanno che il duello tra Marta & Fede è andato avanti anche dopo. Già, perché nel post gara, passati la cerimonia di premiazione e successivi festeggiamenti (contenuti), le due Azzurre si sono ritrovate a tu per tu.

Questa volta non sotto il tabellone dei tempi, e in un catino stracolmo di pubblico. No, in un campo aperto, lontano dagli squilli di trombe, lontano dal pubblico e dai riflettori. Tranne quelli di Gabriele Facciotti, fotografo della premiata ditta Pentaphoto. Uno che lo sci lo sa puntare nel mirino molto bene. E siccome non ha mollato le due Azzurre un istante, si era accorto che qualcosa stava per accadere. Una sfida, anzi una seconda sfida che Federica Brignone stava per lanciare a Marta Bassino.

Un’azione premeditata. Evidentemente Fede se lo sentiva. Perché quando è atterrata in Aeroporto negli States non ha resistito quando ha notato due spade laser dello Jedi di Star Wars in uno shop per bambini. “Potrebbero servirvi“.

Questo giura di aver sentito dire il suo skiman. E infatti Fede, a tarda sera, ha atteso il rientro a casa di Marta e quando l’ha vista arrivare sulle rive del lago le ha tirato un’imboscata. Di fatto il duello ha avuto vita breve. Dopo la prima sferzata sono entrambe scoppiate a ridere e…

Va beh, abbiamo scherzato un po’. Ma se la gara di ieri è l’inizio di un duello a colpi di sciabolate, questa volta sulla neve, beh, ben vengano le sfide! Di fatto, tra lamine e lame la differenza è minima. Taglienti entrambe, bisogna metterle ben di taglio perché funzionino e farle diventare roventi ad ogni colpo. Ci riproveranno il 17 dicembre sull’impegnativa pista di Courchevel, in Francia, dove pare siano stati fatti lavori di ammodernamento per rendere il percorso ancora più ripido e ghiacciato.
Dunque… “En garde” ragazze!

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.