Gare

Memorial Fosson, il tris del Gardena

Alle decima edizione del Memorial Fosson si è concretizzato il tris del Gardena, vincitore indisturbato dal 2017 dello Ski Club Challenge – Memorial Pietro Fosson. Sulle nevi di Pila i gardenesi hanno dimostrato ancora una volta di essere i più competitivi con entrambe le formazioni.

Decisiva la seconda giornata di gare. Il Gardena ha prima scavalcato il Sestriere (al comando dopo il primo giorno) e poi allungato in classifica grazie ai punti del Team Event, dominato dagli altoatesini.

Al secondo posto della classifica di società si è piazzato il Sestriere con 11064 punti, mentre a chiudere la top 3 è ancora il Gardena, con la squadra 2 – seconda nel team event – che ha totalizzato 10229 punti. Quarto posto per il Drusciè Cortina (9674) e quinto per il Golden Team Ceccarelli (9525).

Lo slalom Ragazzi (1 manche) è stato vinto da Ludovica Righi e René Linder. La portacolori dello sci club Edelweiss ha concluso in 47”09, precedendo Alice Anese (Sestriere) in 47”68 ed Eleonora Zanetti del Golden Team Ceccarelli (48”65).

In campo maschile l’atleta del Gardena ha concluso in 44”44, davanti al francese Alex Gastel de Les Houches (45”59) e Samuele Sbocchi dello Sporting Campiglio (45”71).

Ancora tanti problemi di visibilità sulla pista da gigante. Dopo diverse interruzioni la gara è stata troncata a metà: solo la categoria femminile ha concluso la prova, mentre la gara dei maschi è stata annullata.

Il gigante femminile è andato a Francesca Carolli (Sai Napoli) in 59”32, a precedere Giulia Valleriani (Eur; 1’01”29) e Sofia Amigoni (Radici 2; 1’01”73).

Nel pomeriggio, al teatro Giacosa di Aosta, le premiazioni finali con la sfilata delle migliori dieci formazioni. Poi la premiazione dei primi tre atleti, maschi e femmine, categoria Allievi e Ragazzi, del gigante valido per l’Energiapura Children Series.

Al termine della cerimonia la consegna delle chiavi del pulmino Volkswagen, il premio per i vincitori dello Ski Club Challenge.
Memorial fosson il tris

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.