Gare

Mikaela Shiffrin salta la discesa di Altenmarkt

Altro piccolo colpo di scena firmato Mikaela Shiffrin che salta la discesa austriaca di Altenmark – Zauchensee. Non risulta tra le iscritte per la prova di domani, quindi non potrà prendere parte nemmeno alla seconda, tanto meno alla gara prevista sabato 11. Questo non significa che non raggiungerà la località tedesca. In ballo, domenica 12, c’è la combinata che prevede non la discesa bensì il superG.

L’aspetto più interessante è però un altro: tra le iscritte alla prova veloce ci sarà invece Petra Vlhova che dunque si cimenterà nella discesa.

È evidente che Mikaela ha costruito un piano ben preciso per gestire la stagione e arrivare tranquilla a Cortina con la Coppa generale tra le mani.Probabilmente sa che per prevalere nelle discipline tecniche deve gestire al meglio le proprie forze, evitando anche solo trasferte che a lungo andare logorano.

Le avversarie, invece, non possono fare altro che sperare in qualche suo passo falso e cimentarsi in tutte le discipline. Petra in testa, ma anche altre ragazze, tra le quali Federica Brignone e Sofia Goggia.
In Val d’Isère andò bene a Shiffrin che evitò, appunto, la trasferta in terra francese, dove le gare furono cancellate. Questa volta nella località austriaco non ci sono previsioni che possono far pensare  un… tutti a casa.

Intanto Sofia Goggia domani scenderà col pettorale numero 3 appena prima di Francesca Marsaglia, mentre Federica Brignone ha pescato l’otto.

Al via anche Nicol Delago con l’11, Elena Curtoni con il 28, Marta Bassino con il 36, Nadia Delago con il 37, Laura Pirovano con il 45 e Verena Gasslitter col 53. Quest’ultima solo dopo le prove deciderà se prendere il via alla gara, dopo due anni di assenza forzata dalla Coppa per via di un infortunio dietro l’altro.

La pupilla di Livio Magoni, che in discesa ha punti abbastanza alti, scenderà col 32

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.