Gare

Mondiali sci alpinismo, gli Azzurri ci riprovano con la Vertical Race

Mondiali sci alpinismo , gli Azzurri ci riprovano con la Vertical Race
I campionati del Mondo ISMF di sci alpinismo di di Andorra ieri ci hanno regalato due ori e un argento nelle relative staffette. La pista comprendeva il classico percorso di gara Sprint con l’aggiunta di una seconda salita e una seconda discesa.

La prima categoria a partire è stata la più giovane, composta da una ragazza, un U18 e un U20. In questa prima gara, la squadra svizzera (Caroline Ulrich, Tobias Donnet e Jon Kistler) ha dominato. All’inizio l’italiana Samantha Bertolina ha dato il ritmo alla gara, poi nella seconda e terza parte la svizzera ha conquistato la prima posizione e non l’ha mai lasciata fino a quando non ha ottenuto la medaglia d’oro.

La squadra italiana (Samantha Bertolina, Tommaso Colombini e Luca Tomasoni) ha confermato la seconda posizione, mentre quella spagnola (Maria Ordonez Cobacho, Hugo Fenoll Fernandez e Albert Perez Angles) ha conquistato il terzo gradino del podio.

La seconda categoria a scendere in campo è stata quella delle Senior Women. Le squadre nazionali, anche in questo caso, erano composte da tre corridori. Nella prima sezione ha preso il comando la svizzera Marianne Fatton, mantenuta anche dalla sua successiva compagna di squadra Alessandra Schmid.
Seconda la Spagna, terza l’Italia con Alba De Silvestro e la quarta la Francia. L’atleta italiana si è concentrata sull’avversaria svizzera e metro dopo metro le è arrivata alle calcagna.

Il sorpasso è avvenuto all’ultimo cambio prima dell’ultima discesa. Alba De Silvestro, in prima posizione, ha ceduto il posto all’ultima corridore della sua manche, Mara Martini, con il compito di mantenere l’Italia sul vertice del mondo.

La svizzera Victoria Kreuzer, subito dopo la rivale italiana, ha forzato il ritmo per prendere il comando, ma alla fine è stata superata dalla francese Axelle-Gachet Mollaret.

Mara Martini sapeva che Axelle Gachet-Mollaret era alle sue spalle ma molto vicina, poiché aveva faticato molto per raggiungere la seconda posizione e stava provando tutto il possibile per ottenere l’oro.

L’Azzurra non ha perso la concentrazione e proprio in vista dell’ultimo passaggio ha aumentato il ritmo ottenendo qualche secondo in più rispetto alla francese. Per la maestra di sci alpino Mara Martini la discesa è solo una proforma e quasi al traguardo ha alzato le mani al cielo guardando i compagni che, vittoriosi, l’aspettavano.

Dopo l’assegnazione delle medaglie ai giovani e alle Senior Women, è stata la volta delle Senior Men a scendere in pista.

La battaglia agonistica, subito dopo il via, è stata soprattutto tra Svizzera, con Iwan Arnold, e Italia, con Nicolò Canclini, che ha imposto subito un ritmo frenetico allo svizzero e Xavier Gachet (FRA).

Al secondo giro Nicolò Canclini è stato sostituito dal compagno di squadra Michele Boscacci a pochi secondi da Arno Lietha (SUI).

In terza posizione il francese Alexis Sévennec. Al penultimo giro il vantaggio dell’Italia è notevole e Michele Boscacci passa il testimone a Robert Antonioli, seguito da Werner Marti (SUI) e Thibault Anselmet (FRA).

L’ultimo giro si è aperto con il lancio dell’italiano Nadir Maguet, che già vedeva sempre più vicino la medaglia d’oro. Le posizioni per la seconda e la terza posizione non sono cambiate, con prima lo svizzero Martin Anthamatten e poi il francese William Bon Mardion.
Confermato ufficialmente il podio della Staffetta Uomini Senior con Italia (1 ° posto), Svizzera (2 ° posto) e Francia (3 ° posto).

Quanto al programma, OGGI ci sarà la Vertical race, che si svolgerà lungo il tradizionale tracciato di Arinsal che dalla partenza della seggiovia Josep Sierra salirà allo Xalet Igloo a quota 2300m. Il dislivello per la categoria Senior sarà di 720 metri mentre le categorie giovanili dovranno affrontare 420 metri.

Ordine d’arrivo staffetta femminile Senior WCH La Massana (And):
1. Italia (Ilaria Veronese, Alba De Silvestro, Mara Martini)
2. Francia (Emily Harrop, Léna Bonnel, Axelle Gachet-Mollaret)
3. Svizzera (Marianne Fatton, Alessandra Schmid, Victoria Kreuzer)

Ordine d’arrivo staffetta maschile senior WCH La Massana (And):
1. Italia (Nicolò Ernesto Canclini, Michele Boscacci, Robert Antonioli, Nadir Maguet)
2. Svizzera (Iwan Arnold, Arno Lietha, Werner Marti, Martin Anthamatten)
3. Francia (Xavier Gachet, Alexis Sévennec, Thibault Anselmet, William Bon Mardion)

Ordine d’arrivo staffetta WCHY La Massana (And):
1. Svizzera (Caroline Ulrich, Tobias Donnet, Jon Kistler)
2. Italia (Samantha Bertolina, Tommaso Colombini, Luca Tomasoni)
3. Spagna (Maria Ordonez Cobacho, Hugo Fenoll Fernandez, Albert Perez Angles) Mondiali sci alpinismo gli Azzurri  Mondiali sci alpinismo gli Azzurri 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.