Gare

Ninna Quario: come si diventa campioni

Secondo appuntamento con il “Salotto di Ninna”, Quario naturalmente, che ci spiega come si diventa campioni. E chi più di lei può spiegarlo. Lo è stata lei e ne ha una in casa che sta raccogliendo ancora di più. Ma Campioni si nasce o si diventa?

Ninna ha ben pochi dubbi, ma a parte questo, pone l’accento su un concetto molto dibattuto. Ovvero i Giovani. C’è chi sostiene che oggi per arrivare in Coppa del Mondo devi fare vita da atleta d0alto livello fin da ragazzini. I così detti campioni da laboratorio. C’è invece chi sposa una teoria opposta.

I ragazzi fino ai 15 anni almeno, devo solo crescere tecnicamente. Nulla accade se la vittoria non arriva immediatamente. L’allenamento, soprattutto quello estivo deve mischiarsi al divertimento.

Significa non alzarsi al mattino alle 4 per mettersi in coda a un impianto per essere i primi a raggiungere il ghiacciaio.

Occasionalmente ci si può stare, ma non come sistema.
Non si può sapere chi ha ragione. Certo è, che nel primo caso, ci sono tanti esempi di possibili talenti, letteralmente scoppiati proprio nel momento cruciale della carriera.

Quelli che arrivano in Comitato o anche in squadra C ormai spompati, logori, stufi. Ci sono tecnicamente ma non più mentalmente. Persi, irrecuperabili. odieranno forse lo sci.

Per chi si è perso il video già pubblicato, ECCOLO: L’argomento è “Vincere è difficile, ma confermarsi lo è ancor di più”


NINNA QUARIO È nota nel Circo Bianco per aver fatto parte della “Valanga Rosa” tra il ’79 e l’85. Milanese doc, da tempo si è trasferita a La Salle, in Valle d’Aosta. Ha conquistato 4 vittorie in Coppa del Mondo e un totale di 15 podi, tutti in slalom.
Da oltre trent’anni fa la giornalista e per Sciare è la depositaria di tutto ciò che riguarda l’agonismo.

Segue anche il programma test, in particolare i Test Junior. E’ mamma di Federica Brignone, uno dei più grandi talenti della Squadra nazionale Italiana di sci alpino. Collabora anche con quotidiano Il Giornale e con Infront SPorts & Media seguendo da vicino quasi tutte le gare di Coppa del Mondo.

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.