Gare

Ochner e Bagozza secondi nel PSL Team di Piancavallo

Ochner e Bagozza secondi nel PSL Team di Piancavallo. Nadya e Daniele  hanno infiammato i tifosi azzurri giunti a fino alla località friulana, per godersi la gara a squadre di snowboard parallelo.

I due italiani, autori di una cavalcata eccezionale, si sono dovuti arrendere in finale davanti ai tedeschi Ramona Theresia Hofmeister e Stefan Baumeister, vincitori nove giorni fa della medesima prova disputata a Bad Gastein.

Il team guidato da Cesare Pisoni può festeggiare l’ennesimo podio, questo dal sapore molto particolare perché ottenuto in casa e in una località che tanto ha lavorato per ospitare una tappa della Cdm.

Il terzo gradino del podio invece porta la firma del team austriaco composto da Claudia Riegler ed Andreas Prommegger. Buono anche il percorso di Sindy Schmalzl e Maurizio Bormolini, eliminati quarti di finale proprio dai compagni finalisti, mentre si sono fermati alle pre-final Dalmasso/Coratti e Moroder/March.

Ordine d’arrivo PSL Team Cdm Piancavallo (Ita):
1. GERMANIA 1 (HOFMEISTER Ramona Theresia/BAUMEISTER Stefan)
2. ITALIA 1 (OCHNER Nadya/BAGOZZA Daniele)
3. AUSTRIA 1 (RIEGLER Claudia/PROMMEGGER Andreas)

10. ITALIA 5 (SCHMALZL Sindy/Bormolini Maurizio)
18. ITALIA 3 (DALMASSO Lucia/CORATTI Edwin)
21. ITALIA 4 (MORODER Aline/MARCH Aaron)

Tags

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.