Gare

Prato Nevoso: arriva la CdM di sci alpino paralimpico

Prato Nevoso pronta: arriva la CdM di sci alpino paralimpico. Da domani, mercoledì 15 a venerdì 17 gennaio la squadra italiana sarà sotto gli occhi di tutti i tifosi che vorranno essere presenti per la tappa di Coppa del Mondo che arriva da Veysonnaz. Occasione che ha visto trionfare per la prima volta in Coppa il veneto René De Silvestro.

C’è molta attesa anche per la coppia Bertagnolli-Ravelli (Visually Impaired). Giacomo e Andrea sono reduci da cinque secondi posti nella tappa di Coppa del Mondo a Veysonnaz, ma sulle nevi di casa c’è un unico obiettivo: il gradino più alto! Poi tutti per il lombardo Davide Bendotti della Polisportiva Disabili Valcamonica nella categoria Standing, insieme all’esordiente altoatesino David Unterhofer.

I favoriti tra i Sitting sono gli olandesi, mentre tra i Visually Impaired Bertagnolli dovrà vedersela con il canadese Marcoux e lo slovacco Haraus.

Tra gli Standing favoriti francesi e russi. Per ora la quota rosa italiana non fa ancora capolino, ma le società stanno lavorando affinché per Pechino 2022 possano scendere in pista atlete italiane, rinverdendo i fasti di Torino 2006 e Vancouver 2010.

Ci proverà comunque la coppia Chiara Mazzel assieme alla guida esperta Fabrizio Casal (Qui sopra).

Fabri, ha messo a disposizione la sua esperienza, a dispetto della giovane età (è un classe 1999), e ha subito trovato l’intesa giusta con la ventitreenne di Vigo di Fassa.

Mazzel è classificata a inizio stagione come B1, ovvero il grado di disabilità visiva più grave. È quindi obbligata a sciare con la maschera oscurata e guidata soltanto dalla voce del compagno che le arriva tramite megafono.

In sole cinque gare, sono arrivati già risultati incoraggianti, che hanno spalancato le porte della Coppa del Mondo in gigante. Proprio in questa disciplina è arrivato il miglior piazzamento (secondi) sulle nevi di Pitztal, dove Chiara&Fabri hanno centrato anche un altro podio, chiudendo terzi in superG.

Aggiornamenti sul sito ufficiale Fisip

Tags

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.