Gare

Tobias Kastlunger nella “valle dei Moelgg”

Nel nostro tour per conoscere meglio i ragazzi della Squadra B abbiamo incontrato Tobias Kastlunger slalomista nato “nella valle dei Moelgg”. Già, Tobias è di San Vigilio di Marebbe, terra di Manuela e Manfred e gli intrecci con i due Azzurri sono molti.

E lo sono fin da quando Tobias ha mosso i primi passi sulla neve, sotto gli insegnamenti del papà Klaus che aveva più di una volta allenato proprio di due fratelli Azzurri. Anche per questo Manu e Manni lo hanno preso un poco sotto la loro ala, frequentandolo sia in pista che nella vita quotidiana a casa.

Nella bacheca di Tobias Kastlunger, brilla la medaglia d’argento conquistata lo scorso anno ai Mondiali Junior della Val di Fassa. Non se l’aspettava lui, se l’aspettavano in pochi perché era al suo primo anno in squadra. Aveva nelle gambe le prime gare disputate in Coppa Europa (A Funesdalen 2018 la prima) , vissute per poter iniziare a fare un’esperienza di un certo tipo.

È stata senza dubbio la stagione della svolta, confermata anche dalla vittoria, sempre in gigante, ai Campionati Italiani Giovani, disputato a Campo Felice nel marzo scorso. Riuscì a imporsi davanti a Filippo Della Vite (Squadra C) e a Samuel Moling con lui nella squadra B.

Quest’anno non è ancora riuscito a ingranare la marcia giusta. In Coppa Europa, sia a Trysil, in Norvegia che a Funesdalen in Svezia o è uscito o non si è qualificato per la seconda manche. Nelle Fis di Alleghe e Pampeago però ha iniziato a girare molto meglio. Secondo dietro al giovane talento croato Samuel Kolega, in slalom (9° il giorno prima).

Ora l’atleta delle Fiamme Gialle si sta facendo, come dire, le ossa per osare ulteriori passi in avanti. Le premesse ci sono tutte! E poi, nella valle dei Moelgg si  respira un’aria purissima!

 

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.