Notizie

3-Tre, Foss-Solevaag tira una riga dritta. Vinatzer terzo a mezzo secondo

Nella prima manche dello slalom della 3-Tre, il norvegese Sebastian Foss-Solevaag tira una riga dritta e stacca tutti con il nostro super Alex Vinatzer terzo a mezzo secondo. L’unico a resistergli un po’ assieme al vincitore di Badia, Ramon Zenhaeusern, secondo a 4 decimi e all’austriaco Manuel Feller, quarto a è+0,52.

Poi inizia un’altra storia con Alexis Pinturault quinto a +0,78, lo stesso identico tempo ottenuto anche da Daniel Yule. Solo settimo il deluso della Gran Risa, Clement Noel che questa volta non ha commesso errori. Gli soffiano sul collo Muffat-Jeandet e Linus Strasser, entrambi ottavi a +0,88. Henrik Kristoffersen sta diventando pazzo. Pensava di aver fatto una manche memorabile ma quando si è accorto che il suo ritardo ammontava a +1″25 non poteva crederci.

Anche in questo caso sembra che il terreno abbia condizionato un poco il risultato. Si sono alzate le temperature e il noto vetro del Canalone Miramonti non si è proprio visto. Con la neve piena di sale non tutti hanno potuto godere delle medesime condizioni.

Ecco perché il risultato di Alex Vinatzer vale tantissimo. Con questi distacchi non è concluso un bel niente. Badia insegna che su terreni di questo tipo, anche partendo da dietro si possono ribaltare le situazioni.

Discesa eroica quella di Stefano Gross che col 28 ha fatto una manche da manuale, difficilissima da imterpretare. E con un gap di soli 1″32, stesso tempo di Ryding è 13esimo. Avesse avuto l’uno…. È rimasto ma +0,69 all’ultimo nintermedio ma la mneve nell’ultimo tratto non ha concesso di fare meglio di quanto costurito dallo slalomista fassano. Applausi davvero!

Manfred Moelgg si è difeso e ha sciato bene. A volte troppo stretto sul palo e questo, cosa che ha condannato molti, lo ha fatto finire nel segno con la conseguenza di micro frenate. 1″34 il suo ritardo.

Molta fatica ha fatto Simon Maurberger che non è riuscito a interpretare mai le linee da seguire. Con oltre due secondi la gara è da archiviare. Ma non si può pretendere nulla da questo ragazzo che ha bisogno di un po’ di tempo per trovare la forma fisica ideale. Ma la qualifica è arrivata. E concludendo in 29esima piazza potrà partire per secondo. Una grandissima chance da sfruttare! Fuori dai premi invece, Federico Liberatore 2″99. Di 4″45 il ritardo del giovanissimo Tobias Kastlunger pettorale 64. 3-Tre Foss Solevaag

La classifica

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.