Notizie

Alessandro Benetton: la Squadra è pronta, mancano le rifiniture

Alessandro Benetton è ovviamente intervenuto dopo la decisione Fis di mantenere la data prefissata e dice:  “la Squadra è pronta, mancano le rifiniture“.

Il Presidente di Fondazione Cortina 2021 commenta: “Con la nostra disponibilità a posticipare l’evento, volevamo dare il tempo a tutto il sistema locale, nazionale ed internazionale per fare un capolavoro.

Ma saremo pronti in ogni caso, dimostrando che un Mondiale può cambiare la storia di un territorio nonostante le avversità. Abbiamo lavorato duramente e senza sosta nel corso degli scorsi anni.

E senza fermarci nemmeno durante i mesi più duri dell’emergenza coronavirus. La squadra è pronta e stiamo terminando le ultime rifiniture alle infrastrutture per ospitare le competizioni.

Dalle Istituzioni agli impiantisti, dagli albergatori alle diverse categorie economiche e sociali. Tutti sono al nostro fianco per percorrere ora con entusiasmo e fiducia l’ultimo miglio che ci separa dall’evento iridato.

Consapevoli che avremo la responsabilità di gestire la prima manifestazione sportiva internazionale dell’era post-Covid.

Cortina 2021 sarà decisiva per rimettere in circolo energie positive nel Paese e tornare a guardare al domani con la fiducia e l’orgoglio di essere italiani”.

COSA È GIA’ STATO FATTO
Sono stati già portati a termine gli interventi di restyling e ammodernamento sulle piste Olympia, Vertigine, Druscié A.

È nata una nuova pista (la Lino Lacedelli alle 5 Torri), la prima pubblica in Italia dedicata agli allenamenti e alle gare, completa di tutti gli allestimenti di protezione.

È stata già realizzata e inaugurata una nuova cabinovia Cortina-Col Druscié-Freccia nel cielo, che ha visto il virtuoso investimento pubblico-privato.

inoltre è stato completato un modernissimo sistema anti valanghivo per la messa in sicurezza dell’area Pomedes – Ra Valles dal rischio slavine. Infine è stata ridisegnata e completata la Finish Area di Rumerlo, per renderla adatta ad ospitare anche altri eventi, destagionalizzando l’offerta sportiva e turistica di Cortina.

E COSA ANCORA DEVE ESSERE ULTIMATO
Proseguono le ultime fasi di completamento di altre infrastrutture. Prima dell’inverno si conta di poter concludere i lavori della nuova cabinovia Son dei Prade – Bai de Dones.

Un impianto che permetterà di alleggerire il traffico verso il Falzarego, consentendo una fruizione più sostenibile dell’area sciistica delle Tofane.

 

IL CALENDARIO DELLE GARE

Gli atleti dello sci alpino maschile e femminile più forti del mondo si sfideranno sulle nevi di Cortina d’Ampezzo dal 7 al 21 febbraio 2021 seguendo questo calendario ufficiale:

  • 7 febbraio: apertura FIS Alpine World Ski Championship Cortina 2021
  • 8 febbraio: AC-SG donne, AC-SL donne
  • 9 febbraio: SG donne e uomini
  • 10 febbraio: AC-SG uomini, AC-SL uomini
  • 11 febbraio: Training DH donne, Training DH uomini
  • 12 febbraio: Training DH uomini, Training DH donne
  • 13 febbraio: DH donne
  • 14 febbraio: DH uomini
  • 16 febbraio: Qualificazione parallelo, Finali parallelo
  • 17 febbraio: Parallelo in team
  • 18 febbraio: GS donne (1a manche), GS donne (2a manche)
  • 19 febbraio: GS uomini (1a manche), GS uomini (2a manche)
  • 20 febbraio: SL donne (1a manche), SL donne (2a manche)
  • 21 febbraio: SL uomini (1a manche), SL uomini (2a manche)
    Alessandro Benetton la squadra

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.