Notizie

Alpi Centrali, col terzo modulo, occhi puntati sugli aggregati

Di ritorno dallo Stelvio, dove si è appena concluso il terzo modulo di allenamento, il comitato Alpi Centrali ha tenuto gli occhi puntati sugli aggregati. Che sono un po’ come gli Osservati in ambito Nazionale. Molto soddisfatti gli allenatori Maurilio Alessi e Simone Stiletto. “Abbiamo visto, da parte di tutti, tanto impegno e tanta voglia di lavorare, sia i maschi che le femmine“.

Condizioni meteo e di innevamento ottimali ci hanno permesso di svolgere il lavoro programmato. Due giorni dedicati allo slalom speciale e altri due al gigante. Con i ragazzi della squadra, come anticipato, c’erano anche gli “aggregati”.

E proprio su di loro è stata incentrata particolare attenzione. “Da parte di questi atleti – proseguono i due allenatori – abbiamo visto tanta voglia di fare, e questo ci è parso il giusto atteggiamento. Abbiamo riscontrato da parte di alcuni un ottimo assetto sugli sci ed una ottima tecnica nella sciata.”

Ora la formazione dello sci alpino lombarda guarda già alla prossima sessione di allenamento programmata dal 21 al 26 settembre sulle nevi del Canton Vallese in Svizzera di Saas Fee. Un cambio di location per testare gli atleti e le atlete su pendenze diverse rispetto a quelle del Passo dello Stelvio.

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.