Notizie

Anche Borsotti e De Aliprandini alla Coppa Europa di Folgaria

Anche Borsotti e De Aliprandini alla Coppa Europa di Folgaria
È tutto pronto a Fondo Grande di Folgaria per la due giorni di Coppa Europa maschile di sci alpino, in programma sulla pista Salizzona nelle giornate di venerdì 22 e sabato 23 gennaio con un doppio slalom gigante.

All’ufficio gare della Polisportiva Alpe Cimbra sono già arrivate le iscrizioni dei vari team in rappresentanza di 18 nazioni di tutto il mondo per un totale di 105 iscritti.

Fra le adesioni spicca senza dubbio quella del forte gigantista trentino Luca De Aliprandini, che ha deciso di mettersi in gioco sulla pista vicino a casa per non perdere il ritmo gara, in vista del prossimo appuntamento che conta, ovvero i Campionati Mondiali di Cortina d’Ampezzo.

Faranno parte della pattuglia azzurra anche il leader della classifica di gigante di Coppa Europa Alex Hofer, così come l’italiano miglior piazzato nella generale Giovanni Franzoni (terzo con 279 punti). Ma pure il piemontese Giovanni Borsotti (nella foto quando partecipò alla stessa gara CE nel 2019).

Quindi Benjamin Jacques Alliod, Corrado Barbera, Stefano Baruffaldi, Matteo Bendotti, Lorenzo Thomas Bini. Matteo Canins, Pietro Canzio, Filippo Della Vite, il medagliato ai mondiali junior 2019 Tobias Kastlunger. Alessandro Pizio, Edoardo Saracco, Daniele Sorio, Simon Talacci, Luca Taranzano, Giovanni Zazzaro. Hannes Zingerle, Giulio Zuccarini e il giovane fiemmese Davide Seppi, alla seconda apparizione nel torneo continentale dopo l’esordio nello slalom di Pozza di Fassa.

Non mancheranno poi i due austriaci che comandano la generale di Coppa Europa, ovvero Maximilian Lahnsteiner (406 punti) e Raphael Haaser (343 punti), che è pure secondo nella graduatoria dello slalom gigante dietro ad Alex Hofer.

Si annuncia dunque una competizione dagli elevati contenuti tecnici, come del resto è sempre stata nelle quattro precedenti edizioni di Coppa Europa sull’Alpe Cimbra.

Basti pensare che nel 2018 si impose proprio su questa pista lo svizzero Marco Odermatt, il quale qualche settimana dopo si mise al collo ben cinque medaglie d’oro ai Mondiali junior di Davos.

Presenti a Folgaria anche il tedesco Julian Rauchfuss e Cyprien Sarrazin, vincitori delle precedenti prove di Coppa Europa.

La due giorni di Folgaria è organizzata dalla società diretta da Ruggero Carbonari e Francesco Da Villa, in stretta collaborazione con l’Apt Alpe Cimbra e Folgaria Sk.

Si tratterà del terzo atto della Coppa Europa, dopo le due organizzate a Gurgl, in Austria, e a Zinal  (Svizzera) nel mese di dicembre. Che proseguirà poi a Berchtesgaden e Reiteralm.

Il programma definitivo verrà ufficializzato nella riunione di giuria della vigilia in base alla stato della pista e alle condizioni meteo. Dovrebbe comunque prevedere lo start della prima manche alle ore 9,30.

Sarà possibile seguire la sfida in diretta streaming sul sito www.sportcultura.tv, trasmissione che verrà condivisa anche sui canali social della Federazione Italiana Sport Invernali (nazionale e del Trentino) in entrambe le giornate.

L’evento è sostenuto oltre che dalle autorità amministrative e sportive territoriali anche dal Dipartimento per lo Sport della Presidenza dei Consiglio di Ministri, che ha deciso si patrocinare questa importante manifestazione a valenza internazionale.

Di Mauro Bonvecchio (Pegasomedia)

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.