Notizie

Anche Tommaso Sala a Saas Fee per preparare Sölden

Della serie “non solo slalom”, anche Tommaso Sala sarà con i gigantisti a Saas Fee per preparare la gara d’apertura di Sölden. Non che sia una novità assoluta, ma il 25enne brianzolo, in forza alle Fiamme oro, ha finora disputato sei gare tra le porte larghe in Coppa in carriera.

Certamente l’infortunio del 2018 l’ha frenato, ma dopo quanto fatto vedere di buono l’inverno passato in Coppa Europa, eccolo vicinissimo ai nastri di partenza. Non si tratta di una vera convocazione per il debutto stagionale, quella arriverà ufficialmente più avanti, ma il segnale è forte e chiaro.

Così come sembra altrettanto evidente che Alex Vinatzer rimane ancora distante da questa specialità. Sembra che nei test estivi, Tommy abbia fatto vedere cose migliori dell’atleta altoatesino. Certo è che Alex ha più volte esternato la volontà di non rimanere soltanto ancorato allo slalom. E questa sua mancata convocazione lascia qualche perplessità e qualche pensiero.

Alex dedicandosi solamente ai rapid gates sarebbe più protetto da distrazioni e fatiche con maggiori possibilità di podio. Non è una deduzione scientifica, sia inteso. Di fatto, dovendo fare anche i conti con i posti che si hanno a disposizione, Vinatzer potrebbe dover attendere ancora un bel po’ prima di misurarsi in una nuova avventura. C’è anche un regolamento Fis che consente la partecipazione di un solo atleta fuori dagli 80 (liste Fis) fino alla posizione 150. Sala si è rivelato più forte ed ecco il motivo della scelta.

Spazio a Tommaso, dunque, che ha finalmente la possibilità di far vedere davvero tutto il suo potenziale, in un anno dove avrà maggiori chance e spazi.

È bene ricordare che è tornato in gigante l’anno scorso a Garmisch dove però non riuscì a qualificarsi per la seconda manche (partito col 62 ha ottenne il 57esimo tempo).

Oltre a lui (nella foto a Sölden nel 2016), sul ghiacciaio svizzero, dal 20 al 26, non mancheranno Giovanni Borsotti, Daniele Sorio, Roberto Nani, Hannes Zingerle e Luca De Aliprandini. Questo ha deciso il tecnico Roberto Lorenzi che sarà coadiuvato da Giancarlo Bergamelli e Walter Girardi.

Ricordiamo che Riccardo Tonetti non potrà esserci per l’infortunio patito pochi giorni con la frattura del malleolo e del metacarpo.

Nella stessa località è previsto da martedì 22 a martedì 29 settembre anche il team di Coppa Europa maschile delle discipline tecniche con Matteo Franzoso, Pietro Canzio, Martino Rizzi, Giovanni Franzoni, Tobias Kastlunger, Giulio Zuccarini e Simon Talacci. Non mancherà ovviamente il direttore tecnico giovanile Massimo Carca con gli allenatori Devid Salvadori e Max Blardone.

Gli specialisti delle discipline tecniche si alterneranno con la squadra della velocità. È formata da Guglielmo Bosca, Davide Cazzaniga, Nicolò Molteni, Florian Schieder, Federico Simoni e Pietro Zazzi con i loro tecnici Lorenzo Galli e Patrick Staudacher.

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.