Notizie

Anita Gulli conquista lo slalom Fis di Folgaria

Bella vittoria di Anita Gulli che conquista lo slalom Fis di Folgaria ultimo appuntamento di questo trittico perfettamente organizzato dalla stazione dell’Alpe Cimbra. La 22enne torinese, caporalmaggiore dell’Esercito, aveva praticamente già chiusi i conti nella prima manche.

Quasi un secondo di vantaggio su Martina Perruchon poi scivolata in quarta piazza. Merito anche di Celina Haller (+1″14) che con una seconda da urlo è risalita dal sesto alla piazza d’onore. Terzo posto per Sara Allemand (+1″45) che è riuscita a conservare il piazzamento ottenuto a metà gara.

Da segnalare l’ottimo risultato ottenuto dalla 19enne napoletana Flavia Diletta Giordano, nona e in recupero di tre posizioni nella sua seconda manche votata all’attacco. Sorrisi anche per Chiara Carolli, sci club Sai Napoli, 19esima.

Tra le altre protagoniste, quinto posto per la genovese Serena Viviani, appena davanti alle altoatesine Vera Tschurtschenthaler  e Petra Unterholzner.

I due giganti disputati il 14 e 15 dicembre, ricordiamo il doppio successo della bergamasca Roberta Midali. In campo maschile successo di Filippo Della Vite.

Qui l’intervista realizzata da Gianluca Grigoletto a Ruggero Carbonari, presidente dell’Alpe Cimbra Ski team

Anita Gulli conquista lo

Classifica completa

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.