Notizie

Anna Veith, l’addio ufficiale con i videomessaggi degli “amici”

E così anche Anna Veith, Fenninger prima di sposarsi, ha dato l’addio ufficiale allo sci in diretta TV su ÖRF con la sorpresa di videomessaggi degli  amici”. Ovviamente non in una sala gremitissima come accadde per Marcel Hirscher, ma in un classico studio televisivo. Intervistata da Alexandra Meissnitzer, la scenografia ha messo in risalto una delle due Coppe generali vinte (2014 e 2015) e due coppe di specialità di gigante negli stessi anni. E poi tutte le medaglie olimpiche e mondiali, gli immancabili sci Head e il casco lilla di Milka

Anna si è presentata con un look molto sobrio e un viso semplice semplice non invaso da trucchi e matite. Non ci sono stati momenti particolari di emozione o commozione ma l’atmosfera casta dello studio non lo ha forse consentito.

Anna ha ripercorso con Alexandra, le tappe salienti della sua carriera. Compresi gli infortuni che di fatto hanno decretato la fine della carriera. Il ritorno in pista dopo la rottura del crociato del ginocchio destro (gennaio 2019) non ci aveva ripresentato quella tigre che eravamo abituati a vedere.

E certe fuoriclasse non possono accontentarsi di vivacchiare quando si rendono conto di non poter più vincere. O comunque essere competitive come vorrebbero.

Dopo aver ripercorso anche la gioia dell’oro olimpico di Sochi 2014 conquistato in superg seguito dall’argento in gigante. E ancora l’argento in Superg a Pyeongchang. Sei invece quelle mondiali con tre ori, due argenti e un bronzo.

Anna infine lascia il grande sci con 15 vittorie in Coppa del Mondo e 25 podi in totale.

Il collegamento si è chiuso con i video messaggi da parte della famiglia e di alcuni amici e colleghe del team Milka. Da Maria Riesch a Tina Maze e Lara Gut, ma anche Marcel Hirscher e il presidentissimo Peter Schröcksnadel.

È stato l’unico momento di commozione. L’inquadratura ha ripreso una piccola lacrima scendere da quegli occhi che difficilmente scorderemo.

Il collegamento è proseguito poi con le domande dei giornalisti via telefono

 

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.