Notizie

Energiapura Children Series, le glorie di ieri e le “radici” dei futuri campioni

Energiapura Series, le glorie di ieri e le radici dei futuri campioni
Ieri presso l’Ursus Adventures di Ossana, in Val di Sole, ha avuto luogo la premiazione Energiapura Series, la speciale classifica firmata dal brand vicentino dedicata al mondo Children. Così nascono le top ten delle categorie Ragazzi e Allievi con l’incrocio degli appuntamenti agonistici più importanti della stagione, vale a dire l’Alpe Cimbra, Il Pinocchio, I Campionati Italiani e il Memorial Fosson (Qui le classifiche).

Andrea Casta, il ragazzo (sciatore) del violino elettrico

Così con rigide misure anticovid, tra vaccinati, tamponati e mascherine a go-go, si è tornati a una sorta di pseudo normalità in una giornata mai vissuta prima. E che ha fatto tornare sorriso e speranza alla Sindaca di Ossana, Luisa Marinelli, presente all’evento.

L’Energiapura Series infatti, si è finora sempre celebrata sul palco di Prowinter di Bolzano. Probabilmente nel futuro tornerà lì, ma l’appuntamento di ieri 29 maggio, ha lasciato l’impronta di una certa esclusività.

Quaranta ragazzini che per una volta si incontrano senza casco e occhialoni e soprattutto privi di quella tensione da gara che inevitabilmente un po’ si legge sul viso. C’è chi ha provato l’emozione del rafting, chi è entrato in una gigantesca bolla galleggiante sul pelo dell’acqua dei laghetti, in un contesto dove la natura tocca il cuore. Immagine stampata ad arte sulla nuova tuta da gara EP realizzata con il riciclo di bottiglie di plastica.

Giovanni Franzoni intervistato da Max Blardone

Con un’azione che si commenta da sola: per ognuno di questi ragazzi sarà piantato un albero nei boschi della Val di Sole, che crescerà assieme all’atleta. Insomma, il concetto di “Green” di Energiapura non è stampato in uno slogan ma si realizza con azioni pratiche.

La giornata è stata aperta da Andrea Casta, il ragazzo del violino elettrico e magico aggiungiamo noi! Sciatore fino al midollo è passato dal palco dell’inaugurazione dei Mondiali di Cortina fino a quello dell’Ursus: geniale come sempre!

Le 10 atlete della categoria Allievi. In mezzo a loro Peter Fill

La conduzione è stata affidata a Luca Giaccone di Race Ski magazine, rivista che ha ideato questa formula con l’azienda vicentina. Presenti anche Luca Chiericato e “Pez” che non ha potuto salire sul palco, perché intento a intervistare tutti, come sempre.

Poi si è aggiunto un secondo microfono, quello di Max Blardone. La solidità che dimostrava nei teatri top del gigante mondiale ora l’ha trovata anche sul palco degli eventi! E che ritmo!

Così ecco chiamare per ricevere un meritato applauso di stima Ilaria Ghisalberti, Laura Steinmair, Elisa Schranzhofer, Beatrice Sola, Matteo Franzoso, Tobias Kastlunger e Tommaso Saccardi, il futuro dello sci Azzurro.

Ilaria Ghisalberti, Matteo Franzoso, Tommaso Saccardi, Tobias Kastlunger, Tite Sola, laura Steinmair

Non poteva certo mancare anche Giovanni Franzoni che abbiamo visto un po’ più grosso di prima di almeno due spanne! Si sta mettendo sotto alla grande perché la prossima stagione sarà probabilmente la più importante della sua ancora giovanissima carriera.

Il top si è raggiunto quando sul palco è salito Peter Fill celebrato da Alberto Olivetto, patron di EP, per la sua straordinaria carriera. Per questi ragazzi Peter è un esempio ineguagliabile ed è bellissimo che il velocista Azzurro sia entrato nell’organico tecnico della squadra B.

Poi la sfilata dei top 10 delle 4 categorie, tutti con indosso la nuova splendida tuta da gara Ep. Che tutti hanno potuto ammirare prima della premiazione con la clamorosa esibizione in passerella di Beatrice Tite Sola. La 18enne trentina si è gettata giù dal palco per sfilare dinnanzi al pubblico con lo stile di una top model!

Tite Sola poco prima del… lancio!”

Più volte sono stati chiamati al centro dell’attenzione Lara Colturi e Sebastiano Zorzi, i top player della categoria Allievi. Per loro anche il premio Bollé gentilmente  invitati da EP per poter consegnare ai due giovani talenti, questo riconoscimento dedicato al mondo giovanile.

Lara Colturi e Sebastiano Zorzi

L’emozione ha poi lasciato il passo alla pelle d’oca quando  è stato chiamato Sammy Basso, che ha anche un secondo nome: “l’Uomo che ha ancora tanta strada da fare”. Con il fondatore dell’Associazione Italiana Progeria Sammy Basso, è nata un’idea. Visto che ha partecipato a una maratona, in futuro si organizzerà la sua prima sciata in pista!


Vincenzo Tondale

Presenti anche tanti genitori (tra i quale Daniela Ceccarelli) che quest’anno non hanno potuto seguire i rispettivi figlioli durante le gare. E poi tanti allenatori. A rappresentarli Vincenzo Tondale del Lecco (Responsabile Team promoter EP) che ha parlato in nome dei colleghi senza nascondere un certo orgoglio per il lavoro che con passione infinita viene portato avanti nel bene del futuro dello sci italiano.

Non sono mancati anche alcune aziende partner dell’evento come Onesporter, l’app ideata per la gestione dell’attività agonistica dello sci,. E il negozio Skicenter di Bolzano con la presenza del mitico Odi

Dietro le quinte Michele Dalla Bona (factotum!), Gogo Sartogo (marketing) e Silvia Sardi (Ufficio stampa) a dettare i tempi di una giornata che non si era mai vista prima.
E che dovrà essere assolutamente replicata nel futuro!


Alberto Olivetto e i suoi “40 figli!!!”. Energiapura Series le glorie Energiapura Series le glorie Energiapura Series le glorie Energiapura Series le glorie

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.