Notizie

Giacomo Bertagnolli portabandiera alle Paralimpiadi di Pechino

Giacomo Bertagnolli portabandiera alle Paralimpiadi di Pechino.
§Il destino alle volte: Giacomo Bertagnolli aveva consegnato nelle mani del Presidente Sergio Mattarella il Tricolore che aveva sventolato alla cerimonia di chiusura delle Paralimpiadi di Pyeongchang.

Ecco, adesso andrà a riprendersela perché il Coni oggi lo ha scelto come portabandiera alla cerimonia di apertura delle Paralimpiadi di Pechino! Probabilmente una combinazione simile non è mai accaduta.

E ce n’è un’altra di situazione probabilmente esclusiva: saranno due atleti delle Fiamme Gialle a rappresentare l’Italia in questo atto ufficiale alle Olimpiadi e alle Paralimpiadi: Sofia Goggia e Giacomo Bertagnolli.

In verità alle “para” si raddoppia, perché al fianco di Jack ci sarà sicuramente anche Andrea Ravelli, la sua inseparabile Guida, anche lui finanziere. In Corea invece c’era Fabrizio Casal che poi ha fatto una scelta diversa due anni fa, andando ad accompagnare Chiara Mazzel.

Giacomo Bertagnolli sfila e sventaloa il Tricolore alla cerimonia di chiusura delle Paralimpiadi di Pyeongchang guidato dal finanziere Claudio Ravelli

Il commento di Jack: “È davvero un grande onore rappresentare l’intero movimento paralimpico italiano. Non è un incarico da sottovalutare proprio per l’importanza che rappresenta quel momento. Ovviamente cercherò di onorare al meglio questo atto di stima e fiducia incredibile che mi è stato riposto. Ma è meglio non dire altro…”

Così, dopo la gioia e l’orgoglio di tutta la Guardia di Finanza per la designazione dell’Appuntato Sofia Goggia, un altro rappresentante delle Fiamme Gialle avrà l’onere, e l’onore, di sfilare con il Tricolore sotto gli occhi di tutto il mondo.

Un riconoscimento, quello affidato oggi al 22enne trentino,

che dà valore ad un ragazzo la cui carriera, seppur ancora giovane, è già stata contraddistinta da grandissimi risultati internazionali.

Su tutti i due ori (slalom e slalom gigante), l’argento (supergigante) e il bronzo (discesa libera) conquistati nello sci alpino, categoria ipovedenti, alle ultime Paralimpiadi di PyeongChang 2018, cui si aggiungono le 8 medaglie mondiali 8 (5 ori, 2 argenti ed 1 bronzo) e le 7 Coppe del Mondo, di cui 2 generali e 5 di specialità.

L’ultima “versione” di Giacomo Bertagnolli guidato dal finanziere Claudio Ravelli

Tags

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.