Notizie

Il Memorial Fosson spostato al 12-14 gennaio

Manca ancora l’ok definitivo della Fisi, ma il Memorial Fosson è stato spostato dal 12 al 14 gennaio 2021. L’evento internazionale Children di sci alpino, in origine, era previsto a Pila dall’11 al 13 dicembre.

Il cambiamento dovrà però essere confermato e approvato dalla Federazione Italiana Sport Invernali, che questa mattina ha ricevuto dal Comitato valdostano richiesta di posticipo. E l’inserimento della manifestazione all’interno del calendario nazionale Children.

Prima di arrivare a questa decisione il comitato organizzatore aveva provato a mantenere il memorial Fosson nel mese di dicembre. Cercando una data poco prima di Natale.

Dopo alcune valutazioni lo sci club Aosta – in accordo con il Comitato Asiva e la Pila Spa – ha preferito spostare la kermesse internazionale al nuovo anno, quando gli impianti di risalita torneranno a essere in funzione per tutti.

Il memorial Fosson vuole essere l’evento della ripartenza per le categorie Ragazzi e Allievi. E in un momento in cui permangono diverse incertezze, le parti coinvolte hanno ritenuto opportuno non accelerare i tempi. Prendendosi il tempo necessario per accogliere nel migliore dei modi, e nel pieno rispetto dei protocolli, i circa 600 atleti iscritti che in queste settimane comunque non sono riusciti a svolgere una preparazione ottimale.

Massimo Raffaelli, presidente sci club Aosta: «Sono stati giorni difficili in cui gli scenari cambiavano di continuo. Insieme all’Asiva e alla Pila Spa abbiamo trovato una soluzione sulla carta ottimale.

Ora rimaniamo in attesa dell’autorizzazione della Fisi, che redigerà il nuovo calendario nazionale prendendo in considerazione l’ultimo Dpcm.

Con questo spostamento speriamo di non intralciare l’attività e i calendari dei vari Comitati regionali. Ci teniamo a fare questo evento, dopo una stagione estiva e autunnale sui ghiacciai hanno tutti voglia di gareggiare».Il Memorial Fosson spostato

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.