Notizie

Il vento spegne la luce su Beaver Creek, seconda discesa cancellata

Il vento spegne la luce su Beaver Creek, seconda discesa cancellata.
Ci hanno provato in tutti i modi, ma già dalle prime ore del mattino tirava una certa arietta.

La seconda discesa di beaver Creek avrebbe dovuto partire alle ore 20:00 italiane. Poi un primo rinvio alle 20:30 e poi la decisione finale alle 21.00. Se la giuri ha deciso di rimandare tutti al caldo è perché non si intravedeva alcuna speranza di miglioramento.

Così si ritorna in Europa, destinazione Val Gardena, per la discesa e il Superg della Val Gardena. (dopo il gigante e lo slalom del 10 e 11 dicembre in Val d’Isere). Aappuntamento che la Fis ha recentemente ufficializzato dopo lo snow control positivo. Pista, la Saslong che piace tantissimo ad Aleksander Aamodt Kilde.

Il vento gli ha tolto la possibilità di emulare la nostra super Sofia Goggia, avendo vinto superG e discesa con una “prepotenza” incredibile. Altro che infortunio! Vorrà certamente ripetere l’impresa, la stessa dello scorso anno proprio sotto lo sguardo del Sasslungo!

L’Italia riparte dal quel bellissimo quarto posto di Matteo Marsaglia che è tornato a sciare alla stragrande. Anche Dominik Paris sta prendendo, gara dopo gara, il ritmo giusto.

Insomma, bisogna attendere 10 giorni, giusto il tempo di ricaricare le p’ile. Possibilmente senza vento!

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.