Notizie Turismo

In Trentino l’illusione di aprire non è più nemmeno una… Speranza!

Proprio così, in Trentino l’illusione di aprire non è più nemmeno una… Speranza. Da lunedì la Regione diventa arancione, quindi… game over! E naturalmente per 15 giorni non potrà tornare gialla. È davvero una disdetta, a così pochi giorni dal via arriva l’ennesima mazzata che si legge sul documento redatto dal ministro della Salute uscente Roberto Speranza (ma confermato da Draghi), pronto alla firma.

In arancione anche l’Abruzzo, la Toscana e la Liguria, mentre la Sicilia dovrebbe essere promossa col giallo.

La decisione pare sia maturata dopo aver riscontrato l’aumento del codice Rt (trasmissibilità dell’infezione) e l’incidenza di casi per 100 mila abitanti. Inoltre il timore maggiore è che sia arrivata la variante inglese.
In realtà l’ufficialità non c’è ancora, ma è solo una formalità considerando che l’indice è arrivato a 1.2. La settimana scorsa era uno dei più bassi in Italia con lo 0,6. Sale anche l’Rt nazionale che sfiora l’1 (0,95) rispetto allo 0,84 della scorsa settimana.

In definitiva si fa ai primi giorni di marzo, sempre che l’indice Rt torni a scendere, ma diminuisce senz’altro l’interesse delle stazione ad aprire per due o tre settimane. Anche se, come dice Valeria Ghezzi, presidente di Anef, la ripresa dell’attività non è certo per colmare il disastro finanziario che si è creato. Ma solo per dare un po’ di vigore e forza morale a tutto il settore. Come aveva fatto oggi FolgariaSki ben lieta di annunciare l’apertura dei suoi impianti.

Ora si attende la decisione anche delle regioni gialle, come Lombardia e Piemonte, poiché la sensazione è che volessero guardare anche la decisione delle altre regioni. In trentino l’illusione di In trentino l’illusione di

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.