Notizie

Mondiali Jr, dominio svedese dopo la prima manche del gigante

Dominio svedese nella prima manche dello slalom gigante dei Mondiali Jr di Narvik che vede al comando Sara Rask. Quindi, per il momento pronostici rispettati, per una delle più forti atlete della Coppa Europa. Il podio virtuale è tutto scandinavo.

Al secondo posto la norvegese Katja Norbye a +0,29, poi ancora una svedese al terzo posto. Si tratta di Hanna Aronsson Elfman a +0,37, poco meglio della connazionale Hilma Loevblom che è quarta a +0,44. Un vero capolavoro di squadra quello che ha intenzione di portare a termine la Svezia con tre atlete nelle prime quattro posizioni.

Sono messe bene, dunque, ancora in corsa per una medaglia, la slovena Neja Dvornik, quinta a +0,53, la tedesca Martina Willibald, sesta a +0,63 e l’americana A J Hurt, settima a +0,82.
No good news dalle nostre tre ragazze iscritte alla gara. Ilaria Ghisalberti, pettorale 19, ha commesso un erroraccio all’ingresso del secondo muretto. Arrivata lunga di linea ha dovuto rincorrere le tre porte successive prima di recuperare la traiettoria più conveniente. 2″51 il suo ritardo.

Sara Allemand con il 29, ha concluso con un gap di poco più elevato, +3″09. Non errori rilevanti, ma uno scarso adattamento a una neve salatissima. Troppi cambi compiuti sotto al palo, dunque diversi decimi andati in fumo in almeno una decina di porte. C’è anche però da dire che i numeri alti hanno avuto pochissime chanche.

Anche la regina di questi mondiali, l’austriaca Magdalena Egger, già vincitrice di tre medaglie d’oro, col 31 non è andata oltre il 16esimo posto a +1″78. meglio di lei ancora una svedese, Moa Bostroem Mussener che col 37, ha tagliato il traguardo con +1″75, al 15esimo posto

Giulia Albano, è stata brava col 40 a concludere con un ritardo di +2″94 ponendosi in 26esima piazza.

Non era presente al via la neo zelandese Alice Robinson, campionessa jr in carica, perché, dopo aver tentato fortuna (senza riuscirci) nel superG, ha preso la strada di Are.

La situazione di classifica delle nostre tre ragazze potrebbe però migliorare nella seconda manche, in quanto troveranno una neve e un tracciato decisamente migliore. prima a partire sarà Sara Allemand, per quarta Giulia Albano e per ottava Ilaria Ghisalberti

 


Mondiali Jr dominio svedese

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.