Notizie

Ragazzini under 14 lombardi: “Fateci fare i regionali a porte chiuse!”

Riceviamo una lettera da parte di alcuni ragazzini under 14 lombardi che urlano la loro protesta: “Fateci fare i regionali a porte chiuse!“.

Questo la sintesi di ciò che chiedono tra la rabbia, la tristezza e qualche speranza. Sono Nina, Jacopo, Amelia, Michelangelo, Charlotte e Sebastian e questa è una loro iniziativa. Gli sci club non c’entrano nulla, anzi, non ne sanno neanche nulla.

Il testo suona così:

“Siamo un gruppo di bambini di Milano di età compresa tra i 9 e i 13 anni e apparteniamo a uno sci club lombardo afferente al Comitato Alpi Centrali.

Amiamo sciare e pur essendo piccoli, abbiamo dedicato tutto l’inverno ad allenarci, tutti i fine settimana, tutte le vacanze di Natale e in ogni istante possibile, ambendo a conquistare i maggiori trofei possibili.

Il nostro ultimo sforzo era volto ai campionati regionali, che si sarebbero dovuti svolgere il prossimo fine settimana al Tonale.

Abbiamo appena saputo che i campionati saranno annullati a causa di una ordinanza della regione Lombardia, per motivi legati al Covid-19. Che peccato!

Ci hanno spiegato cosa sta succedendo, capiamo che è pericoloso, che possono esserci dei rischi per la salute nostra e dei nostri genitori, ma ci chiediamo questo: perché invece di annullare queste gare non si possono posticipare?

Era già successo due anni fa, a causa del maltempo, perché non lo si può fare anche adesso? Siamo disposti a fare le gare a porte chiuse, come hanno fatto le squadre di calcio la settimana scorsa.

I nostri genitori condivideranno i nostri successi da lontano, ma noi saliremo magari sul podio e quella coppa tra le nostre mani ci ripagherà di tutta la fatica e l’impegno della stagione!

Chiediamo a chi di competenza di ripensarci, di darci questa possibilità. Anche se siamo piccoli vogliamo avere questa chance anche noi!

Grazie dell’attenzione,

Nina, Jacopo, Amelia, Michelangelo, Charlotte e Sebastian.

(redatta da Valentina Angelini, per conto dei bambini)

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.