Notizie

Seconda manche GS Courchevel alle 12:30, c’è anche Elena Curtoni

Alle 12:30 è prevista la seconda manche del GS di Courchevel dove potremo vedere all’opera anche Elena Curtoni. La valtellinese è infatti riuscita a qualificarsi col 23esimo tempo ed è una splendida notizia. Stava riuscendo in un’impresa incredibile Laura Pirovano che col pettorale oltre il sessanta, si è fermata a 2 decimi dalla qualifica. Rimane però la convinzione che se riesci a fare quel tempo in condizioni così difficili, significa che ci sei!

Molto, forse troppo, alto il ritardo accumulato da tutte le altre Azzurre. Roberta Melesi, Luisa Matilde Maria Bertani, Valentina Cillara Rossi oltre i 5 secondi dal miglior tempo.

Marta Bassino: “Le condizioni erano veramente difficili, si vedeva poco e non era semplice attaccare. Ho fatto una discreta manche, ma sicuramente ho lasciato sul terreno qualche decimo in più di quello che si sarebbe potuto fare. Speriamo di poter migliorare nella seconda”.

Federica Brignone: “Non sono riuscita ad attaccare, la mia manche è stata tutta una difesa. Era difficile tenere la linea ideale e quando è così il ritardo sale anche in poche porte. Proverò comunque a cercare il recupero nella seconda”.

Saranno così 4 le Azzurre al via nella seconda: Elena Cuetoni, Sofia Goggia, Fwderica Brignone e Marta Bassino, in ordine di apparizione

Qui l’ordine di partenza

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.