Turismo

Cortina, dove si potrà sciare nei giorni delle finali

In occasione delle Finali di Coppa del Mondo di Cortina, saranno impegnate dalle gare le piste Olympia e Vertigine (e Rumerlo) e allora ecco dove si potrà sciare.

Nella vicina area sciistica Tofana – Freccia nel Cielo si può sciare normalmente solcando anche le discese delle Olimpiadi ’56. Per poi mettersi alla prova con difficoltà tecnica e pendenze da capogiro.

Inoltre, dalla panoramica terrazza di Col Druscié si può godere di una vista privilegiata sulle piste dei mondiali, concedendosi una pausa con degustazioni eno gastronomiche di qualità.

Facilmente raggiungibile dal centro di Cortina con una nuova e moderna cabinovia che consente di trasportare 1800 persone all’ora, l’area sciistica Tofana – Freccia nel Cielo offre una vera e propria terrazza sullo sci mondiale.

Qui infatti, si sviluppano alcune delle piste più importanti per qualità e livello tecnico, protagoniste di sfide che hanno fatto la storia. Alcune delle quali recentemente ampliate e rese più adeguate anche alle esigenze delle gare di sci di tipo agonistico.

Tra queste meritano un cenno la pista Col Druscié A, conosciuta a livello mondiale dalle Olimpiadi del ‘56, che sarà scenario di gare tecniche come slalom speciali maschile e femminile durante i Mondiali di Sci 2021.

La pista Col Druscié B, ampliata a 40 metri e dotata di un nuovo muro che la rende unica nel comprensorio. Questa sarà dedicata al riscaldamento e agli allenamenti degli atleti.

Inoltre, ideale per chi ama il brivido della vertigine, c’è la pista 51 “Forcella Rossa” accessibile da Ra Valles: una nera per esperti. Spettacolare dal punto di vista paesaggistico che, lunga 2100 m con un dislivello di 646 m, raggiunge una pendenza massima del 72%.

Qui lo sport incontra anche l’enogastronomia, offrendo a sciatori e appassionati della montagna un’esperienza gourmet con vista privilegiata su Cortina e sulle Dolomiti.

Nei pressi della stazione di Col Druscié (1778 m), raggiungibile con la nuova cabinovia Tofana – Freccia nel Cielo, il Masi Wine Bar Al Druscié. Che propone un esclusivo abbinamento tra vini pregiati ed eccellenze culinarie venete.

Mentre al piano superiore, il Ristorante Col Drusciè 1778 si distingue per un menu innovativo che presenta piatti di ispirazione territoriale. Ma anche rivisitati con creatività e gusto, da assaporare in una spettacolare terrazza panoramica (anche la sera su prenotazione).

Nei pressi della stazione di Ra Valles (2474 m), invece, Capanna Ra Valles propone una delle pizze più alte delle Dolomiti. Oltre a qualche piatto tipico e snack gustosi per chi ama una pausa più fugace.

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.