Turismo

Il 27 giugno torna Movimënt, il parco dell’Alta Badia

Il 27 giugno torna Movimënt, il parco dell’Alta Badia. Il noto altopiano “car-free” si presenterà con nuove proposte che puntano al divertimento in famiglia, alle discese adrenaliniche, allo smartworking e alla mobilità.

Tante idee per vivere una stagione di divertimento all’aria aperta, nel verde dell’Alta Badia.

Tre mesi di pura energia, natura, aria pura. Il parco dell’Alta Badia – 2000 metri di altitudine, senza traffico, raggiungibile solo con gli impianti di risalita da La Villa, San Cassiano e Corvara – è ossigeno per la mente, il cuore e le gambe: un mondo di possibilità da sperimentare.

Il parco è un luogo vivo, dinamico, che si rinnova costantemente. Infatti anche quest’anno non mancano le novità, tra proposte inedite, trail appena realizzati, seggiovie da inaugurare.

Bambini e famiglie qui sono a casa: Movimënt non è solo un luogo, ma un modo per stare insieme, condividendo relax e divertimento, ore spensierate che si trasformeranno in bei ricordi.

Oltre ai parchi dedicati, come l’Active Camp, il minigolf Bear Park, il percorso di Spaghettino, quest’anno arriva “Movimënt dles Ês”. L’itinerario, a tappe, parte da Piz Sorega e arriva al Bioch. Permette di scoprire tante curiosità sulle api grazie a giochi, scivoli, alveari didattici, divertimenti interattivi.

Un percorso adatto anche ai più piccoli, grazie ai comodi passeggini appositamente studiati per i percorsi di montagna, noleggiabili al Piz La Ila, al Piz Sorega e al Col Alt.

Tornano poi il calendario di attività settimanali dedicate ai tour in bici, all’orienteering e al geocaching, e la Kid’s hour quotidiana con gli animatori specializzati, che propongono giochi, laboratori, disegni e sport.

Un’altra novità riguarda i Bike Beats, percorsi bike in terra o sabbia battuta, con piccoli ostacoli e varie fototrap che scattano foto in posizione strategica.

Un nuovo percorso, che parte da Piz Sorega, si aggiunge alla lista, che include il panoramico Trail Ödli, il più serpeggiante Trail Cör, il Trail Avëna e il Trail Fle: si tratta del Trail Mans, lungo più di 2 km, di media difficoltà, molto tecnico e che aprirà a fine luglio.

Giunti in fondo al Trail Mans, ci si trova davanti a un’altra novità: la seggiovia La Fraina, che, insieme alla seggiovia Bamby, sarà inaugurata il prossimo 11 luglio. I due impianti, appena realizzati, uniscono Piz Sorega e Piz La Ila.

Il nuovo collegamento avvicina i vari punti sulla mappa e rende più fruibile tutto il parco. Grazie alle due seggiovie si può parcheggiare in uno qualsiasi dei paesi che circondano l’altopiano. Ovvero, San Cassiano, La Villa, Corvara, e viaggiare in ogni direzione, all’interno di Movimënt.

La dimensione del comfort è fondamentale: ecco perché a partire da quest’estate Movimënt ha allestito due postazioni per lo smartworking, complete di scrivanie in legno massiccio.

Si trovano a Piz La Ila e in zona Bioch, in posizioni panoramiche e decisamente tranquille. Grazie alla presa alimentata da un pannello fotovoltaico e a due porte usb è possibile dedicarsi a una temporanea full immersion digitale. Mantenendo comunque uno stretto contatto con la natura circostante.

Infine, quest’anno Movimënt si apre a una ulteriore forma di abbonamento, ancora più comoda. La nuova tessera giornaliera Movimënt Daily Card, permette di utilizzare tutti i nove impianti dell’area. Una soluzione ideale per i biker, che possono provare tutti i percorsi con un solo biglietto.

Altre due opzioni sono la tessera plurigiornaliera (da tre giorni in su) Alta Badia Summer Card, valida sui 17 impianti dell’Alta Badia. E la tessera Dolomiti Super Summer Card, che include tutti gli oltre 100 impianti del comprensorio.

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.