Turismo

In Alto Piemonte è il mese dell’outdoor

Settembre è l’ultimo mese dell’estate e in Alto Piemonte quello ideale per le attività outdoor. Nel Distretto Turistico dei Laghi, Monti e Valli dell’Ossola continuano in questo periodo si possono vivere al meglio le giornate a contatto con la natura, ma anche con la cultura.

Il lago Maggiore

Si parte dal Lago Maggiore. Ad Arona, a poca distanza dal centro e dal famoso Colosso di San Carlo, sorge una zona naturalistica di grande pregio, che prende il nome di Parco Naturale dei Lagoni di Mercurago. Si tratta di un bosco planiziale, ovvero di un’area di foresta che non ha mai subito modifiche dai tempi antichi, sede di importanti ritrovamenti archeologici, entrati a far parte, nel 2011, del Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO. Un’area sorprendente, che è possibile visitare lungo più percorsi tematici, autoguidati, per conoscere le zone umide, i boschi, le attività produttive e il sito archeologico risalente ai secoli XVIII-XIII a.C.. Un tuffo tra natura e storia.

Sempre sul Lago Maggiore, a Ghiffa, grazioso paese a metà strada tra Verbania e Cannero Riviera, un interessante e suggestivo percorso a piedi permette di immergersi in un ulteriore bene UNESCO: il Sacro Monte della SS. Trinità di Ghiffa.

Per le famiglie, e non solo, le alternative di divertimento all’aria aperta sul Lago Maggiore sono tante. Per esempio, a Trarego Viggiona, pochi minuti in auto da Cannero Riviera, sorge Wonderwood, il parco avventura dove “i più piccoli possono vivere avventure da grandi e dove i grandi possono tornare bambini”.  E a pochi passi, vicino a Monte Carza, è possibile raggiungere con comodo sentiero la Big Bench n.138, la Panchina gigante dell’Alto Lago Maggiore, che offre una magnifica vista di cui godere in relax.

Valle del Pescone

Cambiando lago, e anche attività, si passa alla Valle del Pescone. Qui un facile percorso in mountain bikedi grande fascino che inizia (e termina) a Pettenasco, sulla sponda orientale del Lago d’Orta, si sviluppa per circa 10 km e permette di scoprire la valle del torrente Pescone, attraversando i caratteristici paesi di Armeno e Miasino. Da non perdere, pedalando tra un borgo e l’altro, il Museo dell’Arte e della Tornitura del Legno a Pettenasco, la chiesa parrocchiale di Armeno, dedicata a Santa Maria Assunta, e la Villa Nigraa Miasino.

Nelle Valli dell’Ossola

Lasciando l’area dei laghi e salendo verso le Valli dell’Ossola, si giunge al Parco Naturale Veglia-Devero. In particolare all’Alpe Devero, frazione di Baceno, dove una passeggiata lungo i rilassanti pascoli di questo piccolo angolo di Piemonte, vicino al confine con la Svizzera, permette di arrivare in poco meno di un’ora in direzione Crampiolo al suggestivo Lago delle Streghe, alimentato da sorgenti sotterranee che rendono lo specchio d’acqua particolarmente limpido. Dall’Alpe Crampiolo il sentiero prosegue verso la vicina diga di Codelago.

Valle Anzasca

Dalle Streghe alle Fate.  Siamo in Valle Anzasca. Da Macugnaga, splendido borgo alpino di origine walser incastonato ai piedi del Monte Rosa, con una breve e facile passeggiata è possibile salire al Lago delle Fate. Si parte dalla frazione di Pecetto, non prima di aver sostato davanti al maestoso Tiglio secolare, che si erge vicino alla Chiesa Vecchia, e si imbocca la via per la Val Quarazza, dove sorge questo specchio d’acqua famoso per i suoi scorci panoramici, per la natura rigogliosa, che lo avvolge e protegge, e per la rete di sentieri che lo raggiungono, ammirando le bellezze paesaggistiche locali.

Valle Antrona

Nell’adiacente Valle Antrona è possibile immergersi in un percorso di cicloturismo assolutamente incantevole, che da Antronapiana passa per le rive del Lago di Antrona e giunge al Lago di Campliccioli. Tornando ad Antronapiana si può salire in direzione Alpe Cheggio e Lago dei Cavalli, un suggestivo bacino caratterizzato dalle acque color turchese, trovandosi al cospetto del Parco Naturale dell’Alta Valle Antrona, caratterizzato da paesaggi selvaggi e da imponenti cime.

E per gli appassionati della corsa, che amano le grandi sfide, l’ultimo weekend di settembre è in calendario la UTLM – Ultra Trail Lago Maggiore, un evento di Trail running unico e spettacolare. Quattro gare di diverse lunghezze e difficoltà – 81, 52, 37 e 18 chilometri – che, partendo dalle sponde del Lago Maggiore, attraversano un territorio di 12 comuni e anche il selvaggio Parco Nazionale della Valgrande, lungo  sentieri, mulattiere e strade militari in un contesto sempre vario.

Una vacanza nel Distretto Turistico dei Laghi, Monti e Valli dell’Ossola si trasforma in un’esperienza che lascia il segno tra natura, relax, benessere, tradizioni e buon cibo.

Sul sito distrettolaghi.it sono disponibili tutte le informazioni su itinerari, novità e percorsi, unitamente al calendario degli eventi in programma, aggiornato quotidianamente.

About the author

Andrea Ronchi

Andrea Ronchi è milanese di nascita e di cuore, rigorosamente a strisce rossonere. Ama lo sport in generale e da ragazzo si è cimentato in diverse discipline. Discreto tennista e giocatore di pallone, è rimasto folgorato dalle palline con le fossette in tarda età, o meglio, troppo tardi per ambire a farne una carriera ma sufficientemente presto per poter provare il brivido e la tensione dell’handicap a una cifra. La passione lo ha portato a fare del golf un lavoro e oggi, oltre a essere nel corpo di redazione della rivista Golf & Turismo, è prima firma di Quotidiano Sportivo e ospite fisso nella trasmissione televisiva Buca 9. Quando la neve copre i fairway prende gli sci, sua altra grande passione, e gira per le Alpi “costretto” dal suo ruolo di responsabile del turismo per la Rivista Sciare. È un duro lavoro, ma qualcuno le deve pur fare...

Add Comment

Click here to post a comment