Turismo

In Francia niente sci fino a inizio febbraio

La decisione, come promesso dal Governo, è arrivata: in Francia niente sci fino a inizio febbraio, con una rivalutazione che sarà fatta il 20 gennaio.

Lo ha comunicato oggi il primo Ministro Jean Castex che ha esordito la conferenza stampa dicendo che gli impianti di risalita non possono riaprire in questa fase.

Tutte le attività rimarranno chiuse per tutto gennaio. Una riapertura non sarebbe realistica“.

Questo riguarda musei, cinema, sale per spettacoli, teatri e strutture sportive o ricreative.

Il 20 gennaio il governo tornerà a studiare la situazione sanitaria in Francia, con una possibile riapertura per l’inizio di febbraio. Per quanto riguarda la riapertura di bar e ristoranti, o palazzetti dello sport, bisognerà attendere invece, fino a metà febbraio.

In realtà già ieri la Segreteria di Stato al Turismo aveva già annunciato che le stazioni sciistiche sarebbero rimaste parzialmente chiuse.

Il governo è ben consapevole della necessità che il settore montano ritorni a vivere e ci impegniamo perché questo possa accadere il più rapidamente possibile per il resto della stagione“.

Il problema maggiore è costituito dal numero di pazienti in terapia intensiva ancora eccessivo, dunque la questione verte sul piano sanitario.

Gabriel Attal, portavoce del Governo, ha precisato che il termine del 7 gennaio era stato stabilito per prendere una decisione, dunque la data non si riferiva a una possibile riapertura. Una sottolineatura necessaria poiché molte stazioni avevano interpretato la decisione in modo troppo ottimistico.

Il governo, infatti, voleva verificare se le feste natalizie avrebbero provocato un aumento dei contagi.

Poi ha aggiunto: “C’è una domanda molto forte per le vacanze di febbraio. Dipenderà dagli sviluppi dello stato pandemico, ma ora stiamo lavorando con le parti interessate della montagna per anticipare tutti gli scenari.

Ovviamente continua il sostegno economico a ristoranti, impianti di risalita, maestri di sci e stagionali“.

La società Savoie Mont Blanc ha tuttavia insistito perché il governo indicasse una data precisa di riapertura delle stazioni sciistiche.

In Francia il mese di febbraio vale come da noi quello di Natale, poiché sono per tradizione previste tante settimane bianche, in concomitanza con periodi di vacanza, anche con le scuole. Così la società Savoie Mont Blanc ha proposto un’apertura delle stazioni sciistiche in base alla situazione sanitaria delle varie zone. In Francia niente sci In Francia niente sci

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.