Turismo

Le cinque montagne del comprensorio 3 Cime Dolomiti

Cinque montagne con 115 chilometri di piste da sci tutte collegate tra loro, costituiscono la ski area del comprensorio sciistico 3 Cime Dolomiti. La montagna per famiglie, il Monte Baranci a San Candido e altre quattro aree a Sesto, Dobbiaco e Braies sono apprezzate dai campioni dello sci di oggi e quelli di domani. E dopo qualche ora di pratica su una delle piste di prova, ci si lascia conquistare dal resto del comprensorio.

Monte Baranci
La seggiovia a quattro posti ai piedi dell‘imponente Monte Baranci parte direttamente dal centro di San Candido. Porta alla scoperta delle piste sciatori di tutte le età, in un vero paradiso per famiglie. Piste blu, pista Kids Skicross, accoglienti rifugi con menù per bambini e una pista da slittino appagano tutti i gusti.

I professionisti della scuola di sci sono a disposizione tutti i giorni per qualche consiglio e ogni martedì e venerdì il Monte Baranci offre sci e slittino notturno.

Skicenter Rienza
Con i suoi due impianti di risalita, quattro chilometri di piste e due scuole di sci, lo Skicenter Rienz di Dobbiaco è il luogo ideale per chi “muove” i primi passi sulla neve. Non ci sono limiti al divertimento dei bambini: due tappeti magici e un parco per bambini soddisfano tutti i desideri dei piccoli sciatori.

Non solo i principianti sono appassionati del piccolo comprensorio sciistico all’ingresso della Val di Landro. Anche i club sciistici locali e i campioni internazionali come Viktoria Regensburg, Mikaela Shiffrin e Anna Veith sono da anni ospiti fedeli della «Trenker-Piste» nel comprensorio sciistico Rienza.

Insieme al resto della loro squadra di sci si preparano, anno dopo anno a Dobbiaco per la stagione di Coppa del Mondo. Quindi non è raro condividere l’impianto di risalita con l’élite mondiale assoluta dello sci.

Passo Monte Croce
La montagna sciistica tra l’area culturale tedesca e italiana offre due impianti di risalita e due piste rosse, tra cui una pista da slalom omologata Fis. Quest’ultima è anche il motivo per cui il Passo Monte Croce è spesso teatro di varie gare FIS e viene spesso utilizzato dalle squadre di sci come pista di allenamento.

Probabilmente l’ospite più famoso sulle piste era Marc Giradelli: l’ex sciatore di Coppa del Mondo si preparava costantemente per le sue gare sul Passo Monte Croce.

Waldheim
Gli impianti di risalita Waldheim sono inseriti nello spettacolare paesaggio montano delle Dolomiti di Sesto, tra Sesto e Moos.

Due impianti di risalita e due piste blu sono il luogo ideale per fare i primi passi e girare sulla neve lontano dal trambusto.

Siccome il fattore divertimento non deve mancare, un parco per bambini e tre tappeti magici completano l’esperienza sciistica perfetta.

Braies
La Valle di Braies non è un luogo ideale solo d’estate, ma anche d’inverno con il suo paesaggio pittoresco e il paesaggio montano. Qui lo sci fa vivere un’esperienza davvero speciale. Sotto le pareti del Dürrenstein si possono fare i primi tentativi sugli sci sui pendii rossi e blu.

Soprattutto per i bambini c’è molto da sperimentare: colline avventurose, due piste da skicross e un tappeto magico. L’esperienza sciistica si completa con le fiaccolate settimanali.

About the author

Andrea Ronchi

Andrea Ronchi

Andrea Ronchi è milanese di nascita e di cuore, rigorosamente a strisce rossonere. Ama lo sport in generale e da ragazzo si è cimentato in diverse discipline. Discreto tennista e giocatore di pallone, è rimasto folgorato dalle palline con le fossette in tarda età, o meglio, troppo tardi per ambire a farne una carriera ma sufficientemente presto per poter provare il brivido e la tensione dell’handicap a una cifra. La passione lo ha portato a fare del golf un lavoro e oggi, oltre a essere nel corpo di redazione della rivista Golf & Turismo, è prima firma di Quotidiano Sportivo e ospite fisso nella trasmissione televisiva Buca 9. Quando la neve copre i fairway prende gli sci, sua altra grande passione, e gira per le Alpi “costretto” dal suo ruolo di responsabile del turismo per la Rivista Sciare. È un duro lavoro, ma qualcuno le deve pur fare...