Turismo

Pranzare a due passi dal cielo

Skyway Monte Bianco non è solo una funivia, ma un’idea grandiosa: avvicinare l’uomo alla montagna, scalare i confini e superarli, abbracciare con lo sguardo l’orizzonte e perdersi al di là.

L’esplorazione della vetta più alta d’Italia non si limita certo all’ascesa: presso la stazione di Pavillon, sospeso tra l’ultima vegetazione e il primo cielo, potrai assaporare la montagna come non hai mai fatto prima.

Lo Chef Gourmet Agostino Buillas porta le sue deliziose intuizioni gastronomiche sulle pendici del Monte più alto d’Italia, in una location suggestiva che incarna lo stile tipico valdostano: il Buffet Alpino è una nuova pausa fatta di sapori autentici e materie prime di qualità ispirate al territorio.

Il Buffet Alpino è un modo nuovo di approcciare all’esperienza culinaria, gustando i sapori autentici di montagna e di alta qualità in chiave moderna. Ogni esploratore potrà comporre il proprio menù aggiungendo i POT secondo il proprio gusto, scegliendo tra proposte innovative ma fedeli alle ricette tradizionali della Valle d’Aosta.

Orari di apertura Buffet Alpino: tutti i giorni, escluso il martedì, dalle h12:00 alle h15:00 presso la stazione di Pavillon.

About the author

Andrea Ronchi

Andrea Ronchi

Andrea Ronchi è milanese di nascita e di cuore, rigorosamente a strisce rossonere. Ama lo sport in generale e da ragazzo si è cimentato in diverse discipline. Discreto tennista e giocatore di pallone, è rimasto folgorato dalle palline con le fossette in tarda età, o meglio, troppo tardi per ambire a farne una carriera ma sufficientemente presto per poter provare il brivido e la tensione dell’handicap a una cifra. La passione lo ha portato a fare del golf un lavoro e oggi, oltre a essere nel corpo di redazione della rivista Golf & Turismo, è prima firma di Quotidiano Sportivo e ospite fisso nella trasmissione televisiva Buca 9. Quando la neve copre i fairway prende gli sci, sua altra grande passione, e gira per le Alpi “costretto” dal suo ruolo di responsabile del turismo per la Rivista Sciare. È un duro lavoro, ma qualcuno le deve pur fare...

Add Comment

Click here to post a comment