Innerhofer “Discesa corta? Nessuna differenza!”

Di Maria Rosa Quario - Foto Pentaphoto

Le parole del miglior Azzurro piazzato nella combinata vinta da Hirscher. “Ha deciso lo slalom,  anche con la discesa regolare l’esito sarebbe stato più o meno simile

Mentre un po’ tutti i discesisti maledicono la combinata olimpica per come si è configurata, Christian Innerhofer non trova scuse e più che altro attribuisce le responsabilità del risultato allo slalom. Queste le sue parole incalzato da Ninna Quario al traguardo: “Guardate la classifica, ho preso più di tre secondi, anche con la discesa regolare, con partenza dal top, non sarebbe cambiato granché. Io ci credevo e ci ho provato, ma in slalom non ho mai avuto un buon feeling. Non è stato un problema di pista o di tracciato ma di neve: era scalinata, lo sci mi sbatteva e non sono mai riuscito a spingere, totalmente in balia. Se poi ci metti che ho poco allenamento tra i rapid gates e disabitudine in generale alla specialità, figuriamoci quando poi incontri queste situazioni. Tra i discesisti non me la sono cavata nemmeno così male, diciamo che non ho fatto pena, ma alle Olimpiadi si sa, contano solo le medaglie“.
Ora si pensa ora alla discesa…
Sono tranquillo. Ora le condizioni della pista di gara sono buone ma chissà cosa troveremo giovedì. Domani prevedono anche un po’ di neve…

© RIPRODUZIONE RISERVATA 13 febbraio 2018
Tags
Ultimi articoli