Hanwag calzata perfetta per le passeggiate autunnali
AlpStyle

Hanwag calzata perfetta per le passeggiate autunnali

I modelli Hanwag hanno calzata perfetta per le passeggiate autunnali.

Camminare per boschi è un vero toccasana per corpo e spirito. Specialmente in autunno, quando le temperature meno afose rendono le passeggiate ancora più gradevoli.

Alla ricerca di funghi ed erbe spontanee o per ammirare lo spettacolo del foliage autunnale, ogni gita nel bosco deve poter contare sulla giusta calzatura. È infatti consigliato indossare scarpe comode e alte, in grado di fasciare e proteggere la caviglia. Anche la suola deve assicurare stabilità e garantire un ottimo gripsui terreni umidi e scivolosi ricoperti dalle foglie.

Frutto di una quasi centenaria tradizione artigianale abbinata a un know-how tecnico all’avanguardia, le proposte della bavarese Hanwag possono essere personalizzate in base a sei diversi tipi di calzata, studiati per incontrare le necessità ergonomiche di qualsiasi forma di piede.

Le scarpe Hanwag hanno una calzata perfetta per le passeggiate autunnali e sono prodotte 100% in Europa e sono realizzate impiegando materie prime selezionate, nel pieno rispetto della filiera corta e di elevati standard ambientali.

Sono inoltre concepite per durare a lungo nel tempo, grazie alla loro famosa tecnica di costruzione con il particolare montaggio a strati, che consente alla calzatura di essere completamente risuolata anche dopo numerosi anni di utilizzo.

Tra le proposte consigliate per le camminate d’autunno, i modelli della collezione Trekking: Tatra II, Tatra Light GTX e le nuove Alverstone II GTX.

Tutti i modelli sul sito

About the author

Andrea Ronchi

Andrea Ronchi

Andrea Ronchi è milanese di nascita e di cuore, rigorosamente a strisce rossonere. Ama lo sport in generale e da ragazzo si è cimentato in diverse discipline. Discreto tennista e giocatore di pallone, è rimasto folgorato dalle palline con le fossette in tarda età, o meglio, troppo tardi per ambire a farne una carriera ma sufficientemente presto per poter provare il brivido e la tensione dell’handicap a una cifra. La passione lo ha portato a fare del golf un lavoro e oggi, oltre a essere nel corpo di redazione della rivista Golf & Turismo, è prima firma di Quotidiano Sportivo e ospite fisso nella trasmissione televisiva Buca 9. Quando la neve copre i fairway prende gli sci, sua altra grande passione, e gira per le Alpi “costretto” dal suo ruolo di responsabile del turismo per la Rivista Sciare. È un duro lavoro, ma qualcuno le deve pur fare...