Porta Vescovo Dolomiti Resort
AlpStyle

L’estate di Porta Vescovo

Il Porta Vescovo Dolomiti Resort ha avviato i numerosi eventi previsti per l’estate con lo Yoga Day.

Un’estate tutta da vivere e da gustare ai 2.478 metri di altitudine del Rifugio Luigi Gorza, all’arrivo della funivia che sale da Arabba, che resterà aperta fino al 29 settembre (dalle 8.30 alle 16.50).

Qui, in posizione strategica per godersi un panorama che spazia dalla Marmolada alle cime dolomitiche del Gruppo di Sella, tanti gli appuntamenti che renderanno speciale la stagione.

Si è cominciato il 27 e 28 luglio con lo “Yoga Day”, una straordinaria esperienza terminata al tramonto del 27 luglio con il “bagno di gong”, immersione vibrazionale e sonora, utile a favorire uno stato di profonda pace interiore, amplificata dallo spazio incontaminato dell’alta montagna, e ripresa il giorno dopo con un’altra mattina all’insegna della meditazione e del relax.

Questo solo l’antipasto dell’estate a Porta Vescovo Dolomiti Resort

Ancora suoni coinvolgenti, ma di altro genere, in arrivo il 7 agosto con il concerto “Let it be”, tributo ai Beatles a cura del gruppo Caronte, nell’ambito della loro tournée “Girovagando in musica”, in occasione del cinquantenario dell’ultima esibizione live dei Fab Four, il leggendario “Rooftop concert”.

Ulteriore save the date il 24 agosto con il “Birra Fest”, una giornata con la “Birra Dolomiti”, prodotta nel rispetto dell’ambiente e con l’utilizzo di materie prime locali, che durerà fino a sera (chiusura del rifugio alle 22.30).

Sarà possibile abbinare i sapori tipici delle montagne bellunesi, il tutto accompagnato dalla musica del dj resident, mentre dalle 19 ci sarà anche il Pizza Party con la formula già apprezzata nella passata stagione invernale.

Ovviamente l’estate è anche sinonimo di sport en plein air con base al rifugio Gorza.

Tutti potranno trovare il propor percorso ideale, grazie a percorsi escursionistici, per tutte le capacità, dalle famiglie ai trekker più agguerriti ed emozionanti esperienze alpinistiche come la “Ferrata delle Trincee”, ripercorrendo i luoghi della Grande Guerra.

E naturalmente trail per le mountain bike, come l’adrenalinica pista downhill Porta Vescovo Rossa, e tutta una serie di percorsi collegati in una fantastica rete, tra i quali spicca il Sella Ronda Bike, spettacolare tour attorno al gruppo di Sella che si sviluppa nei siti dolomitici Patrimonio dell’Umanità Unesco, vero must per gli appassionati delle due ruote.

L’estate a Porta Vescovo sarà anche da gustare.

Un’esperienza gastronomica unica attende gli ospiti al Bistrot Viel dal Pan presso la sua scenografica terrazza affacciata sul ghiacciaio della Marmolada.

Grande novità dell’estate, il Bistrot – che prende il nome dall’antica “Via del Pane”, sentiero medioevale utilizzato per il commercio di farine e granaglie – sarà infatti aperto a pranzo su prenotazione (info al 342.0994979).

Qui, a quasi 2.500 metri di altitudine, lo chef Ivan Matarese propone una selezione di piatti gourmet con interpretazioni innovative dei classici della cucina italiana e locale.

Un’alternativa più informale è rappresentata dal bar del Rifugio Gorza con una vasta scelta di panini, pizze, focacce, tutte rigorosamente preparate in casa a base di ingredienti bio e a km zero di alta qualità, ma anche un menù con i piatti della tradizione montana e veneta, come il tagliere alpino con la carne salada, lo speck cotto, il salame di cervo e il lardo con le erbe alpine.

Info: www.dolomitiportavescovo.it

Tags

About the author

Andrea Ronchi

Andrea Ronchi

Andrea Ronchi è milanese di nascita e di cuore, rigorosamente a strisce rossonere. Ama lo sport in generale e da ragazzo si è cimentato in diverse discipline. Discreto tennista e giocatore di pallone, è rimasto folgorato dalle palline con le fossette in tarda età, o meglio, troppo tardi per ambire a farne una carriera ma sufficientemente presto per poter provare il brivido e la tensione dell’handicap a una cifra. La passione lo ha portato a fare del golf un lavoro e oggi, oltre a essere nel corpo di redazione della rivista Golf & Turismo, è prima firma di Quotidiano Sportivo e ospite fisso nella trasmissione televisiva Buca 9. Quando la neve copre i fairway prende gli sci, sua altra grande passione, e gira per le Alpi “costretto” dal suo ruolo di responsabile del turismo per la Rivista Sciare. È un duro lavoro, ma qualcuno le deve pur fare...