Gare

Beijing Discesa: domani 1a prova discesa femminile, Goggia con l’11

Beijing Discesa: domani 1a prova discesa femminile, Goggia con l’11
Alle 4:00 di domani mattina scatterà la prima prova cronometrata della discesa libera femminile. le nostre partono subito, con Nadia Delago ad aprire le danze.

Poi col pettorale numero 3, dopo la discesa di Cornelia Huetter, Elena Curtoni, seguita a ruota col 4 da Federica Brignone e Marta Bassino col 6. Sofia Goggia scenderà invece per undicesima. Sarà probabilmente l’atleta più seguita a quesa olimpiade considerando i tanti dubbi che esistono sulla tenuta fisica della 29enne bergamasca.

Per la campionessa in carica del titolo della discesa rivelarsi un test decisivo, della serie dentro o fuori, perché potrà verificare sia la tenuta del ginocchio, ma anche la possibilità di essere competitiva. La pista ha poca curva, ma proprio per questo sarà necessario spingere al massimo per mantenere più alta possibile la velocità nei cambi di direzione che immettono sui piani.

Le Azzurre che vedranno al via anche Nicol Delago col 25 e Francesca Marsaglia col 30, domani cercheranno di studiare il tracciato, ma già in prova 2 e in prova 3 dovranno tirare per potersi guadagnare il pettorale gara. Una qualifica interna, dunque, come avvenne a Pyeongchang, quando Nicol fu preferita a Johanna Schnarf che pure nel superG aveva sfiorato la medaglia. Delago fu tre decimi più veloce, mentre JoJo ne combinò di tutti i colori con due salti di porta, dimostrandosi in pista estremamente nervosa e infastidita d questa selezione, ritenendo di essersi meritata il posto con la bella prova del superG. L’atleta più lenta. dire il vero, risultò Federica Brignone ma l’allora cittì Guadagnini non volle provarsi della presenza dell’atleta valdostana (e milanese).

42 le atlete al via con partenza fissata alle 04:00

L’ORDINE DI PARTENZA

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment