Gare

FINALI CdM: A Vonn la gara a Goggia la Coppa!

La differenza era di 23 punti per cui, ipotizzando di vederle entrambe nelle prime posizioni, era lecito starle dietro ma solo di una posizione. E così è stato: Lindsey Vonn ha colto nella discesa finale di Are la sua 82esima vittoria in Coppa ma al secondo posto, a soli 6 centesimi, la nostra Sofia Goggia. Significa -20 punti al passivo ma 3 all’attivo nella classifica di specialità. Tanto è bastato alla 25enne bergamasca per firmare un’altra impresa nella storia dello sci italiano. Cara Sofia, la Coppa di discesa è tutta tua! Il rischio era alto in quest’ultimo atto di Coppa perché il maltempo ha costretto Atle Skaardal a togliere i primi metri di gara e partire dal superG. Meno di un minuto di gara e questo ha innalzato il rischio di una classifica molto corta. Il tempo ha parzialmente condizionato la gara, con il sole che andava e veniva. Sofia e Lindsey hanno avuto le medesime condizioni e quei sei centesimi non sono da attribuire a nulla di che. Hanno sciato entrambe alla grande, ma Sofia ha vissuto il resto della gara con l’angoscia che qualcuna potesse infilarsi tra Lindsey e Lei. Per fortuna questo non è accaduto anche se la statunitense Alice McKennis ha fatto sudare freddo con quei 28 centesimi da Lindsey: terzo posto per lei e un doppio sospiro di sollievo andato. Il primo lo aveva dedicato alla discesa di Ester Ledecka, seconda in prova, ma qualche errore di troppo ha allontanato l’oro olimpico in superG dalle prime posizioni. Quarto posto per Viktoria Rebensburg, seguita dall’elvetica Jasmine Flury.

Ha sfiorato ancora una volta il podio Johanna Schnarf, sesta a +43/100, mentre Nadia Fanchini ha pagato qualcosina di più: +0,71. Non è paertita invece Federica Brignone, colta da un’improvvisa indisposizione. Ha preferito rimanere in camera d’albergo anche in virtù di una discesa totalmente votata alla scorrevolezza, quindi non tanto adatta alle sue prerogative tecniche.
Festeggiamo così questa Coppa stra meritata di Sofia. Bello sapere che Isi Kostner non è più la sola Azzurra ad aver vinto la Coppa regina delle specialità. E poi un’ultima considerzione: una coppa di discesa in Italia la portiamo da tre anni: i primi due con Peter Fill!
Quella di Sofia è stata costruita con due vittorie (Cortina e Bad Kleinkirchheim), tre secondi posti (Are, e due a Garmisch), un sestoe un nono posto a Lake Louise

CLASSIFICA DI SPECIALITA’ – Discesa femminile

RANK BIB NAME NAT LAST RACE CURRENT PR DIFF
1 9 GOGGIA Sofia

ITA

429 80 509 0
2 13 VONN Lindsey

USA

406 100 506 0 -3
3 7 WEIRATHER Tina

LIE

358 36 394 0 -115
4 HUETTER Cornelia

AUT

272 272 0 -237
5 SHIFFRIN Mikaela

USA

256 256 0 -253
6 15 GISIN Michelle

SUI

240 240 0 -269
7 3 REBENSBURG Viktoria

GER

169 50 219 3 -290
8 11 MOWINCKEL Ragnhild

NOR

186 16 202 0 -307
9 19 SCHMIDHOFER Nicole

AUT

167 29 196 2 -313
10 5 GUT Lara

SUI

190 0 190 3 -319
11 12 JOHNSON Breezy

USA

146 32 178 3 -331
12 1 VEITH Anna

AUT

155 20 175 0 -334
13 17 VENIER Stephanie

AUT

173 173 4 -336
14 8 FANCHINI Nadia

ITA

144 26 170 1 -339
15 4 FLURY Jasmine

SUI

108 45 153 3 -356
16 6 SCHNARF Johanna

ITA

111 40 151 1 -358
17 WILES Jacqueline

USA

149 149 4 -360
18 23 MCKENNIS Alice

USA

74 60 134 6 -375
18 16 SIEBENHOFER Ramona

AUT

134 134 2 -375
20 20 SUTER Corinne

SUI

87 22 109 2 -400
21 14 COOK Stacey

USA

99 0 99 2 -410
22 22 LEDECKA Ester

CZE

70 24 94 3 -415
23 2 GAUTHIER Tiffany

FRA

93 93 3 -416
24 18 BRIGNONE Federica

ITA

92 0 92 3 -417
25 10 WEIDLE Kira

GER

81 81 2 -428
26 STUFFER Verena

ITA

67 67 0 -442
27 FANCHINI Elena

ITA

61 61 0 -448
27 DELAGO Nicol

ITA

61 61 0 -448
29 SCHEYER Christine

AUT

58 58 0 -451
30 TIPPLER Tamara

AUT

57 57 0 -452

Classifica discesa Are

RANK BIB NAME NAT TIME DIFF
1 13 VONN Lindsey

USA

55.65
2 9 GOGGIA Sofia

ITA

55.71 +0.06
3 23 MCKENNIS Alice

USA

55.93 +0.28
4 3 REBENSBURG Viktoria

GER

55.98 +0.33
5 4 FLURY Jasmine

SUI

56.02 +0.37
6 6 SCHNARF Johanna

ITA

56.08 +0.43
7 7 WEIRATHER Tina

LIE

56.14 +0.49
8 12 JOHNSON Breezy

USA

56.21 +0.56
9 19 SCHMIDHOFER Nicole

AUT

56.34 +0.69
10 8 FANCHINI Nadia

ITA

56.36 +0.71
11 22 LEDECKA Ester

CZE

56.42 +0.77
12 20 SUTER Corinne

SUI

56.47 +0.82
13 1 VEITH Anna

AUT

56.60 +0.95
14 24 HOLDENER Wendy

SUI

56.70 +1.05
15 11 MOWINCKEL Ragnhild

NOR

56.74 +1.09
16 15 GISIN Michelle

SUI

56.81 +1.16
17 26 VLHOVA Petra

SVK

56.82 +1.17
18 10 WEIDLE Kira

GER

56.88 +1.23
18 2 GAUTHIER Tiffany

FRA

56.88 +1.23
20 16 SIEBENHOFER Ramona

AUT

56.90 +1.25
21 25 WORLEY Tessa

FRA

57.04 +1.39
22 17 VENIER Stephanie

AUT

57.15 +1.50
23 21 LIE Kajsa Vickhoff

NOR

57.37 +1.72
18 BRIGNONE Federica

ITA

DNS
14 COOK Stacey

USA

DNF
5 GUT Lara

SUI

DNF

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment