Gare

Lukas Hofer vince la sprint a Oestersund: “La più grande impresa della mia vita”

Lukas Hofer vince la sprint a Oestersund: “La più grande impresa della mia vita”
A distanza di oltre sette anni dal primo successo individuale della carriera ottenuto nella sprint di Anterselva in coabitazione con Simon Schempp, Lukas Hofer coglie un’altra straordinaria vittoria nella sprint maschile di Oestersund che ha aperto la tappa finale di Coppa del mondo.

E lo fa in una giornata di straordinaria vena sia al poligono di tiro dove è stato impeccabile, sia sugli sci stretti, con un ritmo eccellente grazie al quale ha tenuto a bada un altrettanto positivo Sebastian Samuelsson, alla fine staccato di 4″, mentre al terzo posto si è piazzato Tarjei Boe a 14″4.

Per comprendere la portata dell’impresa realizzata da Hofer, si tenga conto che i due contendenti per la classifica generale Johannes Boe e Stura Laegreid sono stati relegati rispettivamente al settimo e sesto posto, a oltre 30″ dal vincitore, mentre i francesi Sebastien Desthieux e Quentin Fillon Maillet si sono classificati quarto e quinto. Discreta anche la prestazione di Dominik Windisch, ventisettesimo con un errore commesso al primo colpo a terra, Thomas Bormolini si è piazzato 46simo con due errori, Tommaso Giacomel 55simo con tre errori e Didier Bionaz 82simo con tre errori.

E Lukas cosa dice?

“E’ stata una vittoria un po’ inaspettata. Dopo avere visto la gara femminile avevo capito che sarebbe stata una gara molto veloce, dove occorreva lavorare pulito al poligono. Alla fine sono riuscito a fare una gran bella gara, nonostante fossi un po’ bloccato sugli sci al primo giro. Dopo il poligono a terra ho sentito le gambe girare molto meglio e mettere in psta ciò di cui sono capace. È la mia seconda vittoria della carriera, sono passati sette anni dalla prima volta ma in tutto questo ho sempre lavorato per migliorare e arrivare al punto in cui sono adesso, credo di avere realizzato la prestazione più performante della mia carriera”.

Tutto questo è capitato poco prima di un altro risultato splendido con la forma di Dorothea Wierer, seconda dietro alla solita Eckhoff. Dice Doro:  “Sono stata costretta a battagliare forte in entrambe le serie al poligono – ha raccontato -, soprttutto nell’ultimo tiro a terra e nel primo in piedi. Ho voluto fare uno 0 con tutte le mie forze, perchè sapevo che sarebbe stato importante per puntare al podio, la condizione sta crescendo, anche se la stanchezza di fine stagione si sta facendo sentire”. Lukas Hofer vince la Lukas Hofer vince la

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.