Gare

Matteo Canins torna dalla Coppa del mondo e vince lo slalom dei campionati tailandesi a Kronplatz

Matteo Canins torna dalla Coppa del mondo e vince lo slalom dei campionati tailandesi a Kronplatz.
Dopo la doppia sbornia presa nei due slalom di Coppa del Mondo di Garmisch e Adelboden, Matteo Canins si presenta al Kronplatz per disputare lo slalom dei campionati nazionali tailandesi e lo vince. solo 2 i centesimi di vantaggio sul finlandese Jesper Pohjolainen. Vicinissimo anche lo svedese Axel Lindqvist che è terzo a 9/100 dall’Azzurro.

C’è da dire che la gara ha avuto un esito decisamente rocambolesco dal momento che i primi quattro della manche d’apertura, Lines Witte, William Hansson, Christop Meissl e federico Liberatore, sono caduti come birilli nnella seconda Non si tratta però di fortuna, perché Matteo ha compiuto una bella impresa dal momento che aveva chiuso la prima manche soltanto al 15esimo tempo lasciando così libere le prime 4 posizioni. Questo spiega, in parte, perché Matteo ha conquistato la vittoria recuperando ben 14 posizioni, una in più di Lindqvist. Rimangono giù dal podio Manuel Ploner, anche loro attaccati a Canins: +0,22 il badiota, +0,36 il 21enne emiliano dei Carabinieri.

Doppietta norvegese in campo femminile con la vittoria di Bianca Bakke Westhoff nettamente davanti alla compagna di squadra Andrine Maastoel staccata di 1″07. terzo gradino del podio per Charlotte Lingg del liechtemstein, 17 centesimi più veloce della francese Alizee Dahon. La migliore nonché unica italiana è la 21enne delle Orobie Ski Team, Lisa Rodari, 13esima.

Come sempre impeccabile l’organizzazione del Kronplaz Racing Center che gestisce tutte le competizioni delle cosiddette “Small nation”. Il 12 scattano i campionati haitiani. Ricordiamo che la partecipazione a queste gare è abbastanza importante in funxione dei punti di Fis perché si parte da penalità 20. Matteo Canins torna dalla

La classifica

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.

Add Comment

Click here to post a comment