Notizie

#Perchisuonalamontagna, siete stati protagonisti di un momento irripetibile!

#Perchisuonalamontagna, siete stati protagonisti di un momento irripetibile!
Ci sono cose che se tenti di ripetere cento volte non verranno mai come la prima. Anche se non c’è stato il tempo di costruire un progetto al top. Anche se non sono riuscito a contattare tutti dalla A alla Z confidando nel tamtam. Anche se forse andava spiegato un po’ meglio. Anche se…

Ora sono qui, dinnanzi al pc, ma faccio fatica a scrivere, perché continuano a risuonare i “bling” delle notifiche. Sono i messaggi, le foto e i video che arrivano nelle mail, sulle chat, messenger, instagram, Telegram… su ogni supporto! Scopro addirittura, proprio da questi materiali, la partecipazione di alcune località che non avevo segnato.

Devo riaggiornare l’elenco, ma saranno 98, o forse 103, 105, non importa. Sono tantissime. Davvero non potevo immaginare. Voi che eravate lì, alcuni a fondo pista, altri sul sagrato della Chiesa o nel centro del paese, vicino a una baita o attorno a un battipista. Qualunque situazione abbiate scelto, siete stati protagonisti di un momento straordinario.

Talmente semplice da diventare unico.

Ritenevo poi di ricevere immagini un po’ tutte uguali. Invece non è così, siete riusciti, probabilmente senza volerlo, a firmare quegli attimi con la vostra tipicità.

L’obiettivo era quello di riportare nei grandi media, passato il Natale un po’ di attenzione per tutti i lavoratori della Montagna che ormai vivono una situazione non più sostenibile per non dire impossibile. E c’eravate tutti. Dai Sindaci, vice sindaci assessori per la parte istituzionale. Responsabili e operatori delle Apt, degli albergatori, commercianti, ristoratori, noleggiatori, guide alpine, meastri, atleti, impiantisti e operai.

Ci siamo riusciti in parte (TG2, LA7, ITALIA Uno, TG Com, Rai regionali, decine di TV private, Ap, Fp. Per non parlare dei media online…). Ma altre occasioni si aggiungeranno nelle prossime ore.

Si voleva poi lanciare un messaggio di unità. Anzi di unione, il che non è proprio un esercizio così semplice. Qui il centro del bersaglio è stato squarciato. Avete anche mandato una carezza a Cortina che si appresta a organizzare un Mondiale parecchio complicato. Io non ho mai sentito il Sindaco di una località della costiera emiliana lanciare un in bocca al lupo al collega della Versilia. Così, tanto per fare un esempio. Voi lo avete fatto perché avete ben compreso, che in ballo non c’è soltanto la Regina delle Dolomiti, ma il Paese intero.

Ecco, voi tutti siete andati oltre.

Sono certo che in quel minuto per nessuno si sia trattato di un semplice atto di presenza. Ho ingrandito le immagini e ho visto i vostri occhi. Mi è bastato per capire. E anche quei rintocchi di campane che per alcuni poteva sembrare nell’idea un po’ banale, in quel momento ha assunto un suono molto particolare.

Ora dovrei ringraziare un sacco di gente. Quelli cui ho telefonato, forse anche in orari poco opportuni, perché mi aiutassero a far decollare questa iniziativa. Non scrivo i nomi perché si allungherebbe troppo il testo. E poi – pasticcione come sono, dimenticherei senz’altro qualcuno. Loro però sanno che hanno tutta la mia stima, la mia riconoscenza, la mia amicizia. Altrimenti non li avrei mai contattati.
Adesso è il momento di pensare a come rendere giustizia a tutti i vostri momenti in un unico filmato senza che diventi un lungometraggio di sei ore. Ma ho già una mezza idea. Vado di là un attimino.
Siete stati davvero grandi!

(Marco Di Marco) #Perchisuonalamontagna siete stati protagonisti #Perchisuonalamontagna siete stati protagonisti

About the author

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.