Turismo

Pila è pronta alla riapertura. Ecco le modalità di impianti e ristoranti

Pila è pronta alla riapertura per offrire più servizi possibili per l’estate. La stazione valdostana è riuscita a trovare ottime soluzioni, così ecco quali sono le modalità di impianti e ristoranti.

Il titolo del pronti via è: “La natura non si è mai fermata, ben tornati!”. Un messaggio di accoglienza, forgiato dall’intera comunità locale che si è preparata al meglio della sicurezza e dei servizi offerti ai suoi frequentatori.

Quest’anno ci sono due nuovi ottimi motivi per frequentare Pila, due proposte per ammirare tutta la bellezza del comprensorio, poiché consentono di attraversarlo interamente, a piedi o in sella alla mountain bike.

Un nuovo sentiero, il n.  22 sulla cartina, con partenza da Pila e arrivo a Chamolé e la nuova flow trail, dedicata a tutti i bikers: una pista divertente, adatta anche alle famiglie, da percorrere rigorosamente in discesa.

Saranno attivi i noleggi di bici e e-bikes e, da quest’anno, saranno presenti ben 2 scuole di mtb con proposte interessanti per clienti individuali, gruppi e anche accompagnamento e-bike.

Quando si dice che da ogni situazione possono nascere nuove opportunità è vero. I ristoranti di Pila hanno predisposto un nuovo servizio di take away per pranzi e cene completi. Oppure lunch box speciali per i picnic che si potranno svolgere anche in aree dedicate, appositamente attrezzate e segnalate sulla cartina.

La montagna è naturalmente favorita nell’offrire alcune misure indispensabili, come il distanziamento sociale. E le sue strutture turistiche non sono certo degli alberghi affollati di grandi dimensioni, ma costruzioni più piccole, distanziate le une dalle altre.

Tutti hanno adottato le norme igieniche e logistiche previste dalla legge. Per quanto riguarda la telecabina ecco come funzionerà. Vige l’obbligo di indossare la mascherina (qualsiasi tipo) e di igienizzare le mani.

La portata sarà ridotta a 4 persone per cabina (due persone per la seggiovia quando aprirà.

Naturalmente tale limitazione non vale per le persone che vivono nella stessa unità abitativa ed anche per gli accompagnatori di disabili.

Nei due week end di pre-apertura la telecabina sarà attiva dalle 9.00 alle 17.30, il bike pass costerà 15€. È preferibilei  l’acquisto online, che sarà disponibile a breve, per evitare code alle casse. Saranno aperte la pista mtb freeride Pila- Aosta e la pump track, il tracciato di forma ovale fatto di dossi e paraboliche per il divertimento di adulti e bambini. Oltre che per i bikers che praticano il downhill.

Pronte anche le liane e i ponti tibetani del parco avventura, mentre per i gonfiabili dei bambini bisognerà attendere qualche giorno, sono al vaglio le opportune misure di sanificazione.

About the author

Marco Di Marco

Marco Di Marco

Nasce a Milano tre anni addietro il primo numero di Sciare (1 dicembre 1966). A sette anni il padre Massimo (fondatore di Sciare) lo porta a vedere i Campionati Italiani di sci alpino. C’era tutta la Valanga Azzurra. Torna a casa e decide che non c’è niente di più bello dello sci. A 14 anni fa il fattorino per la redazione, a 16 si occupa di una rubrica dedicata agli adesivi, a 19 entra in redazione, a 21 fa lo slalom tra l’attrezzatura e la Coppa del Mondo. Nel 1987 inventa la Guida Tecnica all’Acquisto, nel 1988 la rivista OnBoard di snowboard. Nel 1997 crea il sito www.sciaremag.it, nel 1998 assieme a Giulio Rossi dà vita alla Fis Carving Cup. Dopo 8 Mondiali e 5 Olimpiadi, nel 2001 diventa Direttore della Rivista, ruolo che riveste anche oggi.